5 canzoni per la notte di Halloween!

Benvenuti nella Festa di Halloween!

Questa festa che tutti festeggiano e nessuno sa perché! Penso che conosciate la leggenda che vuole Jack o’ Lantern rifiutato da Paradiso ed inferno, condannato a vivere in eterno come spettro nel buio del limbo con sono una lanterna fatta da una rapa a illuminargli il cammino.

Ma non è questo di cui voglio parlare.

Visto che la classifica dei 6 episodi da vedere durante la notte di Halloween vi è piaciuta, che fra l’altro potete trovare al’indirizzo, ecco che continuo con un’ altra classifica fatta apposta per questa festività. Voglio farvi una domanda. Vi siete mai chiesti quale fosse la musica adatta per la notte del terrore? Un orecchio poco esperto potrebbe puntare il dito sul metal, ma secondo me è scontato. Ci sono diversi film a tema e non che ci daranno la risposta! Via con la classifica!

5. Questo è Halloween – Nightmare Before Christmas

Vabbhe dai, devo davvero presentarvela? Questa canzone è ormai diventata un cult dell’immaginario collettivo, con le sue note inquietanti, gotico-grottesche, che tenta di spaventare ma fa solo che intrattenere. In lingua originale cantata da un coro insieme a Danny Elfman, è la canzone più “coverizzata” dopo Imagine di John Lennon. Come dimenticare la prefazione della canzone, in cui Renato Zero ci racconta:”Se non vi foste mai chiesti dove nascono le feste, io direi che cominciare dovreste.

4. Il Jazz dell’aldilà – La Sposa Cadavere

Ricordate immagino il capolavoro che ha consacrato Tim Burton nel mondo dell’animazione a passo uno Nightmare Before Christmas, ma dopo il successo di quel film, anni dopo Burton ci riprovò e fu un altro successo. Questa è la storia di una sposa brutalmente uccisa perché folle d’amore per un furfante, che sotto l’albero dove perse la vita promise al cielo che chi avrebbe scaldato il suo core gelato avrebbe di nuovo avuto il suo cuore. E abbiamo il nostro Luis Armstrong scheletrico che ce la canta con un fare Jazz, signori e signori Bonjangles, in italiano cantato da Andrea Surdi!

3. La Canzone del Bau Bau – Nightmare Before Christmas

Beh lo so, ho già citato una canzone di questo film, ed ho pure citato un’altra canzone cantata dal grande Andrea Surdi, ma che ci poso fare? Il Bau Bau è uno dei villain che preferisco da sempre, secondo a nessuno, forse solo a Rasputin di Anastasia. La canzone del Bau Bau trasmette sadismo, malvagità e caos da tutti i pori. Niente potrebbe farti sfuggire dalle sue grinfie, e dopo averti intrattenuto ed inquietato con il suo Jazz ti ucciderebbe torturandoti. Perché, beh perché lui è Mr. Bau Bau e tu non puoi scappare!

2. Luci del Paradiso/Fiamme dell’Inferno – Il Gobbo di Notre Dame

Nonostante il film sia una palese operazione di restauro di un opera altrimenti troppo cruda per la Disney, che personalmente trovo essere uno stupro ad un grande classico immortale, questa canzone si pone in classifica. Erroneamente ascoltata divisa, ma per avere la sua completezza deve essere ascoltata come un unico cuore, le due facce di una medaglia, la luce e le fiamme, la genuina bontà è il desiderio fine a se stesso, il povero che ama, ed il ricco che desidera. In questa canzone spicca sicuramente l’atmosfera inquietante delle allucinazione che il peccato mostra a Frollo, uomo senza macchia e ricco di virtù, ma caduto nel desiderio carnale per uno di quei reietti che lui stesso disprezza, Esmeralda.

1. Nella Notte e Nel Buio – Anastasia

Il film in questione viene erroneamente attribuito alla Disney, anche per via di un disegno di soli contorni che quando dalle nuvole esce fuori il titolo, si vede un castello dietro di esso. Quello non è nient’altro che la riproduzione del castello dei Romanoff, erroneamente confuso. Ma comunque da questo film prodotto dalla Fox abbiamo uno dei cattivi che sempre mi ha inquietato con i suoi disegni e le sue azioni grottesche e quasi comiche, ma oscure da brividi. Nella notte e nel Buio, cantata da Rasputin, Mauro Bosco in italiano, si conferma in classifica facendoci capire ancora una vota che il musical ed il jazz si prestano molto a queste atmosfere inquietanti.

 

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.

Rispondi

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: