A Quiet Place 2: Brian Tyree Henry parla di cosa vedremo nel sequel

Brian Tyree Henry ha passato l’inferno dal 2018. Tra la seconda stagione di Atlanta, la Se Beale Street Could Talk vincitrice di Oscar, Spider-Man: Un Nuovo Universo, e il dramma poliziesco di Steve McQueen, Widows, non potevi sedere davanti a uno schermo senza imbattersi in Henry.

Ma per sua stessa ammissione, non sta cercando di avere un solo, fugace momento nella cultura pop, e intendere rimanere per un successo duraturo. In quanto tale, ha impostato se stesso per sfruttare il suo talento anche nel 2019, e oltre a Joker, di cui vi abbiamo parlato, l’attore trentasettenne, che transita senza sforzo da un palcoscenico all’altro, comparirà in altri particolari film.

Parlando con Observer, l’attore su è aperto circa l’attesissimo e misterioso sequel di A Quiet Place. Si vocifera ci sia un sequel in sviluppo per A Quiet Place, e l’intervistatore quindi ha chiesto cosa possono aspettarsi i fan da quel film visto quanto sia stato unico il primo.

“Sto ancora cercando di scoprirlo”, ha ammesso l’attore. “Ma penso davvero che quello che faremo è far vedere di più di quella famiglia che continua a sopravvivere, e sopratutto lo scoprire che non sono gli unici. Penso che otterremo anche alcune risposte sull’origine di come e quanto tutto è successo. Penso che la gente voglia saperlo. Ma penso che vedrete un altro lato di questa storia… come parti dell’umanità sono sopravvissute a questa cosa.”

A Quiet Place – Un Posto Tranquillo (A Quiet Place) è un film del 2018, con regia di John Krasinski, su una sceneggiatura di Bryan Woods, Scott Beck e dello stesso Krasinski, con soggetto dei già citati Beck e Woods, e con Andrew Form, Brad Fuller e Michael Bay come produttori. Nel cast John Krasinski (Lee Abbott), Emily Blunt (Evelyn Abbott), Millicent Simmonds (Regan Abbott) e Joah Jupe (Marcus Abbott). La fotografia è a cura di Charlotte Bruus Christensen, mentre la colonna sonora è composta da Marco Beltrami.

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: