Aladdin: la Disney vorrebbe riavere Guy Ritchie come regista per il sequel

Le varie edizioni home-video per il remake live-action di Aladdin stanno per arrivare nelle case di tutto il mondo, e ovviamente bisogna spingere con una campagna marketing anche questo aspetto, il che ci porta ad una recente intervista fatta al produttore Dan Lin, con i microfoni di SYFYWIRE, riguardo un ipotetico sequel del fortunato remake live-action del classico d’animazione del 1992, che ha incassato oltre un miliardo di dollari in tutto il mondo.

Questo sequel sembra essere un’idea decisamente più concreta di quel che si possa pensare, e se venisse annunciato la Disney ,s tando a quanto ha dichiarato Lin nell’intervista prima citata, vorrebbe di nuovo Guy Ritchie alla regia, essendosi trovata particolarmente bene con il film maker britannico:

Penso che il suo ritorno attualmente sia ben più che una semplice speranza. Ha realizzato questo film per i suoi figli, e ha adorato l’esperienza sul set. Anche prima del successo al botteghino, sia lui che Will Smith avevano dichiarato che questo film è stata la migliore esperienza professionale della loro vita, perché si sono divertiti un mondo a realizzarla. Ci piacerebbe riavere Guy e riunire la squadra. Se dovessimo fare un altro film di Aladdin, ci piacerebbe sicuramente averlo di nuovo al timone.

Per ora non si sa che storia potrebbe esserci alla base di questo ipotetico sequel. Il film animato ebbe due seguiti direct-to-video, ovvero Il Ritorno di Jafar Aladdin e il Re dei Ladri, ma dubito che la Disney voglia riciclare le storie di questi sequel che non ebbero chissà quale successo.