Alien: Covenant, Ridley Scott fa dietrofront e afferma che “la storia della bestia è finita”

Uno dei film più attesi e più chiacchierati di quest’anno è stato sicuramente Alien: Covenant, nuovo capitolo prequel della saga di Alien ancora una volta diretto da Ridley Scott dopo il primo capitolo di questa saga prequel, ovvero Prometheus. Si tratta di uno dei film più chiacchierati perché nonostante l’entusiasmo iniziale con cui era atteso, alla fine il film si è rivelato essere scritto decisamente male e una vera pugnalata alle spalle del franchise, a differenza di Prometheus che, tenendosi a debita distanza da quello che dovrebbe essere un film di Alien, riusciva a raccontare una storia facendo veicolare allo stesso tempo un interessante messaggio di fondo.

Questi film non sono stati accolti così caldamente dalla critica soprattutto per i vari dietrofront che ha fatto Scott durante varie interviste, definendo Prometheus prima un prequel vero e proprio di Alien e poi definendolo tutt’altro, e la stessa cosa sta facendo ora con Alien: Covenant. Durante uno dei vari dietrofront di Prometheus, Scott aveva affermato che non c’era più niente da raccontare dell’alieno se non le sue origini (che però non necessitano una sua apparizione), eppure ecco che con questo Alien: Covenant tornano tutti, dal facehugger allo xenomorfo vero e proprio. Infatti, durante una roundtable organizzata da The Hollywood Reporter, il regista britannico ha avuto modo di parlare di questo “passo falso” dopo che gli è stato chiesto come mai non abbia voluto dirigere Blade Runner 2049, la cui regia è andata poi a Denis Villeneuve:

Ci siamo avvicinati a Covenant con l’idea di dare un compimento ed evolvere nuovamente l’universo dell’alieno che, secondo me, era finito. Bisognava fare qualcosa di diverso, sostituirlo. Per cui avevo ragione, ero già avanti con le mie idee, avevo previsto la cosa.

Qui di seguito trovate il video.

Insomma, se anche voi siete di quelli che non avete apprezzato Alien: Covenant per come è stato messo in scena l’alieno, beh, allora avete più o meno la conferma proprio dallo stesso regista. Speriamo che con i prossimi film aggiustino il tiro, oppure che li diano in mano a un talento come Neil Blomkamp. Voi che ne pensate?


[amazon_link asins=’B0041KWHU6,B003H06ZSG,B003H06ZR2,B003H06ZPY,B00MD2YACM,B009RK7WJQ,B072HSL1F1′ template=’ProductCarousel’ store=’cinespression-21′ marketplace=’IT’ link_id=’7142594e-c3e5-11e7-aa26-f3c3a88b7fc7′]

[amazon_link asins=’B005A0YAV0,B005A0YAWE,B005A0YB2I,B005A0YAXS,B06Y2XLQCG,B009RK7WFU,B071RXSZMV,B01M8MSME2,B07285K82D,B07262FDC4,B0719VYRD8′ template=’ProductCarousel’ store=’cinespression-21′ marketplace=’IT’ link_id=’a4aa23a0-c3e5-11e7-baba-15f04f7cf3a0′]


Alien: Covenant è un film diretto da Ridley Scott su una sceneggiatura  di John Logan e Dante Harper, basata su un soggetto di Jack Paglen e Michael Green. Nel cast Michael Fassbender (Walter/David), Katherine Waterson (Daniels), Billy Crudup (Oram), Danny McBride (Tennessee), Demiàn Bichir (Lope), Carmen Ejogo (Karine), Jussie Smollett (Ricks) e Guy Pearce (Peter Weyland).  La fotografia è ad opera di Dariusz Wolski, mentre la colonna sonora porta la firma di Jed Kurzel.