#AlitaSequel: tabelloni che domandano un sequel di Alita compaiono in quel di Los Angeles

Dopo la campagna di successo per l’uscita della Justice League di Zack Snyder, confermata per essere completata e pubblicata su HBO Max l’anno prossimo, altre campagne per director’s cut, tagli alternati, estesi e sequel hanno intensificato i loro sforzi.

Tra questi c’è il movimento per la realizzazione di un sequel di Alita: Angelo da Battaglia, che è stato attivo online da quando è stato rilasciato quel film. La campagna per far si che venga prodotto un sequel di Alita ha fatto un grande passo avanti questa settimana quando un cartellone pubblicitario per il loro movimento è stato collocato sul Wilshire Blvd di Los Angeles con citazioni di Rosa Salazar, Christoph Waltz e Tilly Lockey che facevano notare il loro sostegno circa un nuovo film.

Le foto dei cartelloni comparse online riportano frasi come “Unisciti alla campagna” assieme al loro hashtag ufficiale, #AlitaSequel. La campagna per creare questo cartellone pubblicitario è stata il risultato di molto di più di un semplice fan di Alita che ha raccolto fondi per un cartellone, ma ha fatto anche del bene al mondo. Inoltre “Alita Army” ha raccolto fondi per Action Against Hunger and Feeding America, sottolineando anche gli sforzi compiuti dalla stessa Salazar per aiutare la popolazione senza fissa dimora di Los Angeles.

La stessa Salazar è stata uno dei membri più rumorosi del cast a fare pressioni per un sequel del film, dicendo alla Television Critics Association lo scorso anno: “Avrei interpretato Alita fino al mio ultimo respiro. Lo farei e, grazie alla tecnologia di acquisizione delle prestazioni, probabilmente potrei farlo”.

Anche il suo co-protagonista Christoph Waltz ha espresso interesse nel tornare alla proprietà, ha notato che non ne ha sentito parlare in alcun modo, dicendo a Collider: “Sai, era Fox e ora la Fox non esiste più. Ora è Disney. Forse non rientra nel loro stile o non è abbastanza Disneyiano, non ne ho idea. Forse stanno lavorando a qualcosa o forse no, non ho sentito nulla”.

L’adattamento del manga era in fase di sviluppo da molti anni e nonostante abbia incassato solo 85,7 milioni di dollari al botteghino nazionale, il film ha incassato a livello internazionale ben 319 milioni di dollari in altri territori (portandolo a 404,8 milioni di dollari in tutto il mondo). Con un successo tanto grande si potrebbe pensare che un sequel fosse già in progettazione, ma nessuna parola ufficiale su un seguito è mai stata annunciata.

Il produttore del film Jon Landau rimane fiducioso in un sequel, invitando i fan a continuare a punzecchiare la Disney facendo “loro sapere quanto sia importante avere un altro film di Alita”. Come dimostrato dalla notizia dell’uscita della Justice League di Zack Snyder, tutto è possibile se una fan-base è abbastanza forte.

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: