Anthony Mackie vuole una scena che rivaleggi con la sequenza dell’ascensore di The Winter Soldier

Anthony Mackie vuole impegnarsi in sequenze d’azione ad alto tasso di ottani durante il suo periodo come il nostro nuovo Capitan America.

Steve Rogers ha passato lo scudo al suo amico Sam Wilson dopo gli eventi di Avengers: Endgame, che ha accettato solo dopo aver mostrato la sua riluttanza durante The Falcon and the Winter Soldier. Ora continuerà l’eredità di quello scudo con il suo film autonomo Captain America: New World Order che, secondo il team creativo, spingerà i limiti di Sam Wilson.

In una nuova intervista con E! (via Collider), Mackie ha rivelato che durante il suo periodo da Captain America vuole girare una scena d’azione che rivaleggi con la lotta in ascensore di Evans in Captain America: The Winter Soldier.

Steve Rogers era un sottoprodotto del Super Soldier Serum che gli dava maggiore forza, velocità, agilità, resistenza e riflessi, e alla fine la sua prestanta fisica si è mostrata in un mix di stili di combattimento fra pugilato americano, judo, jiu-jitsu, taekwondo e aikido. Il personaggio ha ulteriormente affinato quelle tecniche di combattimento con l’applicazione di Muay Thai, Karate, Savate e Wing Chun. La scena del combattimento in ascensore è una delle sequenze più uniche nella storia del MCU. Diretto dai fratelli Anthony e Joe Russo, la scena è un riflesso delle abilità di Rogers. Il combattimento vede Evans usare un mix delle suddette tecniche per abbattere circa 10 agenti STRIKE, da solo.

Mentre Mackie ci ha regalato alcune fantastiche sequenze d’azione aeree nei panni di Falcon, rivela il suo desiderio di esprimersi anche in altri modi:

“Voglio una scena di combattimento che rivaleggi con la scena di combattimento di Chris Evans nell’ascensore [in Captain America: The Winter Soldier del 2014]. Quando ha combattuto, tipo, 10 tizi nell’ascensore. È stata una scena tosta. La prima volta che l’ho vista ero tipo: ‘È pazzesca’. Quindi voglio solo una scena di combattimento che rivaleggi con quella.”

Se voleste rivedere la scena potete farlo qui sotto:

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: