Aquaman: James Wan e la particolarità del nuovo costume

Conosciamo Aquaman e conosciamo il costume di Aquaman. L’arancione brillante e il verde. E l’abbiamo visto in adattamenti come nei cartoni animati di Superfriends. Per molto tempo, molti hanno capito che un tale costume sarebbe stato difficile da adattare su grande schermo, per non dire che sarebbe stato impossibile ma adesso le cose non stanno così.

Abbiamo visto un costume più corazzato in Batman V Superman: Dawn of Justice ed in Justice League, ma il desiderio di James Wan, regista di Aquaman, di vedere quel particolare costume era troppo forte, quindi è per questo che nel film lo vedremo effettivamente. Il regista James Wan ha occhio per la creatività, ed in ciò che abbiamo visto finora tra screenshots e trailer, quando Arthur Curry appare nel costume classico, questa creatività viene mostrata con un risultato che siamo convinti accontenterà sia i fan dei fumetti che gli spettatori desiderosi di un po’ più di realismo.

In una recente intervista, James Wan ammette che anche lui trova il costume un po’ ridicolo, quasi fosse del formaggio, ed infatti, guardandolo nel contesto dei Superfriends, lo è. Gli adattamenti dei fumetti non sono al di sopra non si sono mai prestati al look troppo chic. Basta pensare al costume classico di Wolverine mai portato su schermo.

Ma con Aquaman, James Wan ha dovuto trovare un modo per dare vita a questo outfit, come spiega nell’ultimo numero di Total Film.

“L’abito è un po’ eccentrico… quindi ho detto qualcosa di tipo: ‘Come faccio a renderlo bello per il pubblico di oggi?’. L’altra cosa su cui volevo trovare una ragione, anche, è la sua arma classica, il suo tridente. Volevo essere sicuro che fosse davvero un tridente.”

Sembra quindi che passare dall’armatura che abbiamo visto in Dawn of Justice e Justice League, a quello che vediamo in Aquaman, sia stato un processo impegnativo, ma James Wan si è sentito sicuro nel tradurre il classico look per il pubblico moderno. Secondo lui sarebbe stato fattibile. A volte, devi iniziare con qualcosa di un po’ diverso prima di passare alla classica interpretazione. Il paragone torna infatti un’altra volta agli X-Men.

Quindi c’è un precedente per le sfide circa la “traduzione di costumi” per il grande schermo. Si desidera rispettare il materiale originale, e per un po’ di tempo è sembrato difficile farlo, ma di questi tempi in cui questo tipo di adattamenti dilaga nel cinema, c’è ragione di pensare che i fan vogliano vedere questa fedeltà visiva. E Jason Momoa è d’accordo circa la sfida di dare vita al costume classico:

“È un loo duro da tirare fuori. È stato letteralmente ridicolizzato fin dalla sua nascita. Mi sento come se i veri fan di Aquaman urlassero: ‘Sì!’.”

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: