Aquaman: James Wan parla di Dolph Lundgren e della difficoltà nelle riprese subacquee

Aquaman sta affrontando ultimamente la sua sessione di riprese, come vi abbiamo già mostrato dai vari set in costruzione o dalle scene d’azione viste, e mentre onestamente non vediamo l’ora di vedere nuovo materiale dai vari set, sopratutto da quello italiano che vedrà l’entrata in produzione a settembre, vi riportiamo qualcosa di nuovo.

In una recente intervista il regista James Wan ha avuto modo di parlare del cinecomic e di come porterà al termine tutte quelle dicerie “internettiane” che puntano a screditare il personaggio di Aquaman:

“[…] Jason Momoa non è un ragazzo che prenderesti in giro. Penso davvero che ogni riferimento a ciò che ci è visto nei cartoni animati che ci sono tanto familiare cambierà.”

Wan progetta di trasporre la mitologia del personaggio in maniera piuttosto seria e mostrare la vera natura dei poteri dell’mezzo umano, mezzo atlantideo, che vanno oltre il poter parlare con i pesci. Detto questo ha suggerito anche che comunque faranno qualche battuta alludendo ai Super Friends:

“Non sono completamente ignaro di quella versione. La abbraccerò utilizzandola per cercare di non prendersi troppo sul serio.”

Il cinecomic Marvel Studios su Ant-Man alla fin fine fece qualcosa di simile a quello che James Wan vuol fare con Aquaman, riportare in auge un personaggio a cui è sempre stato dato un appellativo ridicolo. Come Paul Rudd ha dato un aspetto scansonato e effettivamente fico al personaggio così farà Jason Momoa, il cui aspetto da Khal Drogo de Il Trono di Spade certamente ha contribuito a risollevare l’aspetto del super-eroe DC Comics.

In seconda sede il regista ha avuto modo anche di parlare di Dolph Lundgren:

“Stavo scrivendo il personaggio di Re Nereus ed il mio amico Mike Mendez, stava lavorando con Dolph Lundgren e ne parlava benissimo. Ho pensato così che Lundgren sarebbe stato perfetto per la parte. E’ un attore forte. E nessuno gli dà abbastanza credito per la serietà delle sue interpretazioni. Sta prendendo questo film molto seriamente.”

In ultimo Wan ha avuto modo di descrivere anche la sessione di ripresa subacquea e della difficoltà che comporta:

“Dal punto di vista tecnico è una sfida molto grande. Sia lavorare in acqua che nelle scene all’asciutto dove dovranno solo sembrarlo, sono piuttosto complesse. E’ complicato far sedere due persone a scambiare quattro chiacchiere sott’acqua. Bisogna usare la CGI per i capelli, i movimenti dei vestiti, i costumi e tutto il resto.”

Le riprese di Aquaman si svolgeranno in Australia, Canada, Tunisia e Sicilia.

La storia di concentrerà sulla figura di Arthur Curry, attuale leader e re di Atlantide le cui vicende lo porranno in difficoltà quando dovrà scegliere da che parte schierarsi, se con la superficie, responsabile di inquinamento e caccia senza ritegno, o con la sua gente, decisa ad invadere la superficie.

Aquaman sarà diretto da James Wan e scritto da Will Beall in collaborazione con lo stesso Wan.

Nel cast aggiornato quindi per ora troviamo Jason Momoa, Kaan Guldur e Otis Dhanji nel ruolo di Aquaman, Amber Heard in quello di Mera, Willem Dafoe nel ruolo di Vulko, Patrick Wilson (Ocean Master), Yahya Abdul-Mateen II (Black Mantha), Dolph Lundgren interpreterà Re Nereus e Nicole Kidman sarà Atlanna.

Il film ha la data di uscita fissata per il 27 luglio 2018.