Aquaman: James Wan riconosce apertamente le influenze a Lovecraft

Il regista di Aquaman James Wan ha recentemente aperto alle influenze che il celebre autore di horror e noto xenofobo particolarmente razzista, HP Lovecraft, che sono presenti nel modo in cui ha portato in scena il nuovo cinecomic DC Films, Aquaman, con protagonista Jason Momoa.

Lovecraft è stato un celebre autore nei primi anni del 1900, noto per opere come “The Rats in the Walls”, “The Call of Cthulhu” e “At the Mountains of Madness”. L’Aquaman di Wan presenta molti cenni al lavoro di Lovecraft, tra cui una copia di “The Dunwich Horror” che può essere vista in un trailer.

Nonostante questo, è ovvio pensare che Lovecraft era avrebbe detestato una storia come quella di Aquaman, in quando non ha mai nascosto il suo essere un noto razzista. In una risposta a una storia di Slate a proposito di questo, Wan ha rivelato l’influenza di Lovecraft sul film tramite Twitter.

Wan ha parlato di come questa cosa l’ha fatto combattere contro se stesso, ma che alla fine ha dovuto cedere al suo desiderio d’inserire nel film rimandi a questo “talentuoso xenofobo“. “Ho capito che non potevo fare un film Aquaman senza riconoscere le sue influenze su di me“, ha continuato Wan. “Così ho detto: ‘fanculo! Ho intenzione di inserirlo!’.“. In ultimo ha lasciato intendere che proprio Black Manta, un personaggio di colore, abbraccia la citazione al lavoro di Lovecraft.

Infine ha comunque riconosciuto che: “Per tutti i motivi che hai sottolineato nel tuo articolo (questo qui), Aquaman non sarebbe stato il film horror ultimo di Lovecraft. E mi sta bene“.

Qui sotto il post originale:

Adattamento cinematografico dedicato ad Aquaman, il supereroe dell’universo DC Comics creato nel 1941 da Paul Norris et Mort Weisinger. L’azione segue gli eventi di Justice League.

Arthur Curry noto anche come il Protettore degli oceani Aquaman (Jason Momoa), esita a prendere il posto che gli spetta alla guida del regno sottomarino di Atlantide. Se nella sua prima avventura corale il giovane ibrido umano-atlantideo ha dichiarato di avere ancora “un casino di cose da fare”, il film da protagonista lo vede più maturo e meno spavaldo, intenzionato a mettere la forza sovrumana di cui è dotato, l’abilità di governare le maree e la capacità di nuotare a elevatissime velocità, al servizio dei più deboli. La sua lealtà tuttavia, è divisa tra gli abitanti della terra, che continuano a inquinare il pianeta, e il popolo subacqueo che progetta segretamente di invadere la superficie. Il supereroe spaccone e solitario dovrà scegliere con giudizio la strategia da adottare per garantire la pacifica convivenza tra le due parti. Accanto a lui ci saranno preziosi consiglieri come Mera (Amber Heard) e pericolosi nemici come il fratellastro Orm (Patrick Wilson) che mira al trono.

Le riprese di Aquaman si sono svolte in Australia, Canada e Tunisia, dirette da James Wan su un sceneggiatura ad opera di Will Beall in collaborazione con lo stesso Wan. Purtroppo la location italiana non è stata presa in considerazione per motivi sconosciuti, ed è stata ricreata in studio.

Nel cast figurano Jason Momoa, Kaan Guldur e Otis Dhanji nel ruolo di Aquaman, Amber Heard in quello di Mera, Willem Dafoe nel ruolo di Vulko, Patrick Wilson (Ocean Master), Yahya Abdul-Mateen II (Black Mantha), Dolph Lundgren interpreterà Re Nereus e Nicole Kidman sarà Atlanna.

Il film uscirà in Italia il 1° gennaio 2019.