Avatar: Disney ha sospeso la produzione dei sequel a causa del Coronavirus

Walt Disney Pictures ha sospeso la produzione dei sequel Avatar di James Cameron in Nuova Zelanda.

Il produttore Jon Landau ha dichiarato a The New Zealand Herald:

“L’abbiamo ritardato. Avevamo intenzione di venire venerdì sera con un gruppo di persone e di ricominciare da capo e abbiamo preso la decisione di fermarci e continuare a lavorare qui Los Angeles, e di venire un po’ più tardi di quanto avessimo previsto. Siamo nel mezzo di una crisi globale e non si tratta dell’industria cinematografica. Penso che tutti debbano fare ora tutto ciò che possono, come diciamo qui, per appiattire la curva del Coronavirus.”

Lo studio VFX Weta continuerà a lavorare sul lato digitale dei film mentre la crew camera principale rimarrà ferma.

Cameron, Landau e il loro team hanno lavorato contemporaneamente su Avatar 2 e Avatar 3, ed entrambi i film avrebbero dovuto cominciare a venir girati in primavera. L’anno scorso, la Disney ha inserito cinque film di Avatar nel suo programma di rilascio, con la prima release fissata nel 2021 e le altre a intervalli di due anni successivi.

Non si sa ancora se e come questo ritardo influenzerà i piani della Disney per il franchise.

Avatar è l’ultimo di una serie di film a grande budget colpiti dalla pandemia di COVID-19. Lunedì Warner Bros. ha annunciato di aver interrotto la produzione di The Matrix 4 e avrebbe ritardato l’inizio della produzione di Animali fantastici 3, infine ha anche annunciato l’interruzione della produzione di The Batman per due settimane.

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: