Avatar: La Via dell’Acqua, James Cameron e Sigourney Weaver rivelano come l’attrice tornerà nel film

Quando è stato annunciato che Sigourney Weaver sarebbe tornata su Pandora per il tanto atteso sequel di Avatar di James Cameron, La Via dell’Acqua, i fan hanno giustamente avuto delle domande. Vale a dire, come diavolo sarebbe tornata, dal momento che il suo personaggio – la simpatica Dr. Grace Augustine, leader del programma Avatar della RDA – è morta nel corso del primo film?

Leggi anche: ecco il teaser trailer dell’attesissimo film di James Cameron

Parliamo di flashback? Una sorella gemella segreta? La risposta è qualcosa di completamente inaspettato. Come rivelato nell’imminente numero di Empire dedicato a Avatar: La Via dell’Acqua, Weaver interpreta un personaggio completamente nuovo in questo film – e ci sono cose su di lei che devi davvero sapere.

In primo luogo, è una Na’vi. In secondo luogo, che si chiama Kiri. E in terzo luogo, sorprendentemente è la figlia adolescente adottiva di Jake e Neytiri. Ebbene si, Sigourney Weaver interpreta un’adolescente aliena in Avatar: La Via dell’Acqua. Per l’attrice, che ha anche lavorato con Cameron tanti anni fa in Aliens, è stata un’opportunità per far uscire il suo bambino interiore.

“Penso che ci ricordiamo tutti più o meno cosa provavamo da adolescenti”, dice a Empire. “Certo, lo faccio anch’io. E’ stato come tornare a quando avevo 11 anni. Sentivo fortemente che Kiri si sarebbe sentita a disagio per la maggior parte del tempo. Sta cercando di capire chi è. Ero entusiasta di affrontare quella sfida con Jim.”

Cameron ha poi aggiunto che come sfida di recitazione è stata grande, dopotutto hanno assunto un’attrice sulla sessantina per interpretare un personaggio decenni più giovane della sua reale età biologica.

“Sig pensava che fosse tutto molto divertente. Entrare in quella mentalità significava che Weaver doveva fare seminari con un gruppo di ragazze adolescenti per incanalare un po’ della loro energia giovanile – e i risultati sono stati notevoli. Sigourney è ringiovanita in quei momenti, sembrava più giovane, aveva più energia e non è mai uscita del tutto dal personaggio di Kiri durante le riprese. Aveva un viso luminoso, leggerezza nel passo e uno spirito divertente.”

Mentre la rivelazione del ruolo di Weaver solleva altri tipi di altre domande su ciò che Avatar: La Via dell’Acqua ha in serbo, una spicca in modo più forte: questo significa che sua madre, Neytiri, erediterà qualche famosa linea di dialogo di Ripley? Vedremo.

Potete vederla in calce all’articolo:

Stando a Landau, il viaggio attraverso tutti e quattro i film creerà una saga interconnessa quindi, ma ogni film funzionerà anche come preso a se stante.

Il sequel sembra ancora più sbalorditivo nella sua “grafica blu intenso” rispetto al film del 2009. Tante creature nuove: vediamo i Na’vi su pesci volanti, uccelli, creature che comunicano con una balena, eppure in qualche modo divisi nonostante la loro affinità con la natura. Le persone aliene sono divise, combattono l’una contro l’altra in una lotta tra pistole e frecce. È davvero un mondo completamente nuovo che alza la posta in gioco del precedente film 3 volte vincitore di Oscar.

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: