Avengers: Endgame, i registi parlano dell’eliminazione della scena con Katherine Langford

Come avete potuto vedere sul nostro profilo Instagram, da Disney + è arrivata una particolare scena eliminata che vede l’adulta Morgan Stark, interpretata da Katherine Langford confrontarsi con il Tony Stark di Robert Downey Jr. all’interno della Gemma dell’Anima, dopo che quest’ultimo ha schioccato le dita mettendo fine al conflitto con Thanos.

Il motivo dell’esclusione della scena, e di conseguenza della giovane interprete di 13 Reasons Why, era sconosciuto fino a questo momento, grazie ad un commento dei due registi, i fratelli Russo.

“Questo è stato in origine quello che è successo dopo che Tony ha schioccato le dita”, ha detto Joe Russo. “Lo abbiamo mandato in quella che chiameremmo ‘The Way Station’ per far sì che il tutto rispecchiasse quello che era accaduto a Thanos con sua figlia in Infinity War. Stavamo facendo qualcosa di analogo con Tony e Morgan.”

Successivamente il co-regista Joe Russo ha aggiunto:

“L’idea era che se avessimo scelto il casting di sua figlia da adulta, avrebbe avuto modo di venire a patti in pace con quello che aveva appena fatto parlando con lei. Ovviamente, queste pietre posseggono il potere massimo, quindi sarebbero state capaci di creare uno scenario in cui poteva parlare con sua figlia dal futuro, che gli avrebbe detto che andrà tutto bene permettendogli così di morire.

Ma, ancora una volta, quando abbiamo inserito questa sequenza nel film, abbiamo pensato che fermasse lo scorrere della narrazione, e che sarebbe stata troppo simile emotivamente alla sequenza successiva quando dà il suo elogio personale in ologramma. Quindi, ciò che può succedere in un film così grande è la sensazione di avere un finale, dopo un finale, dopo un finale, dando l’impressione che il film non finisca mai. Mettere troppi finali può sminuire il valore di tutti.”

La scena stessa, pur non essendo mai arrivata a una versione finalizzata, non era in linea con l’impronta emotiva del resto del film, e sopratutto avrebbe allungato eccessivamente la tragica dipartita di Iron Man.

“Anche a livello strutturale, anche con il conflitto principale di Tony Stark, ciò che deve fare in questo film è dare l’idea di aver trovato la pace. Ha costruito una famiglia e trovato felicità”, ha detto Anthony Russo. “Quindi, ciò che è a rischio è che perda tutto. Anche se ovviamente implicava che non avrebbe mai visto crescere sua figlia oltre quel momento nel tempo, e che poteva effettivamente avere un’esperienza catartica con lei. Non provavamo emozioni particolari verso la versione adulta di Morgan perché non era mai stata mostrata prima, quindi ci siamo sentiti di toglierla nonostante abbia dato prova di essere un’attrice meravigliosa.”

Qui sotto potete vedere la scena: