Avengers: Endgame, i Russo ed il concept alternativo della scena su Vormir

La missione di Natasha e Clint in Avengers: Endgame è una delle principali, ma una versione precedente della sceneggiatura del film chiedeva alle forze di Thanos di interferire e alzare la posta.

Né Natasha, né Clint Barton hanno ricevuto progetti solisti fino a questo punto nell’Universo Cinematografico Marvel, ma ogni volta che appaiono, i film mostrano normalmente quanto siano intimi.

Sono sopravvissuti insieme a Budapest, ma la loro missione su Vormir in Avengers: Endgame non ha prodotto un risultato simile. Ben presto scoprono in quel uogo che uno di loro di deve sacrificare per ottenere la gemma dell’anima, e anche dopo aver concordato chi avrebbe dovuto farlo, comunque due non concordavano.

Alla fine i due combattenti addestrati hanno cercato di risolvere la faccenda nel drammatico modo che abbiamo visto nel film – che ha portato una delle scene più belle della pellicola – e alla fine è stata Natasha a “vincere” ed a sacrificare la propria vita.

La scena è incredibilmente personale in Avengers: Endgame, ma il co-regista Joe Russo ha rivelato che non è sempre stata così. Durante la fase di analisi della sceneggiatura, Joe ha rivelato sul Happy Sad Confused Podcast (via SR) che una versione precedente della scena mostrava le forze di Thanos arrivare e accelerare l’evento.

“C’era un’altra versione di Vormir che coinvolgeva le truppe di Thanos e poi la Vedova Nera che doveva correre a gettare il guanto di sfida e farsi sparare mentre correva per saltare giù dal dirupo. E ancora, ci è sembrato ch ciò distraesse da cosa c’era d’importante e potente nella scena, ovvero i due amici – uno dei quali deve morire – che si combattono l’un l’altro per essere quello che muore.”

Mentre questa versione alternativa della scena avrebbe certamente rinforzato la componente action su Vormir, non era assolutamente necessaria. E’ stato meglio alla fine la sequenza in cui i personaggi hanno lavorato assieme, e poi si sono sfidati per decidere chi dovesse sacrificarsi.

Leggi anche: RECENSIONE – Avengers: Endgame

Il grave ciclo di eventi messo in atto da Thanos che ha spazzato via metà dell’universo e fratturato i ranghi dei Vendicatori, costringe i rimanenti a prendere una posizione finale nella grande conclusione di ventidue film dei Marvel Studios, Avengers: Endgame.

Avengers: Endgame uscirà nelle sale italiane il 24 aprile 2019, con Anthony e Joe Russo alla regia, su una sceneggiatura di Christopher Markus e Stephen McFeely, basato sui fumetti di Jack Kirby e Jim Starlin e prodotto da Kevin Feige.

Nel cast Robert Downey Jr. (Tony Stark / Iron Man), Chris Evans (Steve Rogers / Capitan America),Chris Hemsworth (Thor), Scarlett Johansson (Natasha Romanoff / Vedova Nera), Jeremy Renner (Clint Barton / Occhio di Falco), Mark Ruffalo (Bruce Banner / Hulk), Brie Larson (Carol Danvers / Capitan Marvel), Karen Gillan (Nebula), Bradley Cooper (Rocket Racoon), Paul Rudd (Scott Lang / Ant-Man), Ty Simpkins (Harley Keener) e Josh Brolin (Thanos).

La fotografia è a cura di Trent Opaloch, mentre la colonna sonora è composta da Alan Silvestri.

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: