Avengers: Endgame, i Russo ed un’idea scartata per il viaggio di Thor

Thor ha quasi combattuto il suo vecchio sé in Avengers: Endgame. Il personaggio è cambiato significativamente nel corso degli anni dal suo debutto nel film del 2011 diretto da Kenneth Branagh. E vedere l’attuale iterazione del personaggio contro quella versione di se stesso sarebbe stato bello. Inizialmente era nei piani dell’ultimo blockbuster Marvel, ma l’idea è stata alla fine scartata come rivelato dai registi Joe e Anthony Russo.

Il culmine di tutto ciò che è emerso nell’UCM da quando è stato avviato nel 2008 tramite con Iron Man di Jon Favreau, è finalmente arrivato nei cinema e si chiama il grande successo di Avengers: Endgame. I Russo, insieme agli sceneggiatori Christopher Markus e Stephen McFeely, lo hanno realizzato in vari modi, ma uno dei più interessanti si è palesato attraverso gli eroi che si sono potenzialmente confrontati con il loro vecchio sé, e che è stato possibile grazie ai viaggi nel tempo.

Mentre era Capitan America ha avuto un coinvolgimento diretto con se stesso del 2012, e Nebula con la sua controparte malvagia del 2014, a quanto pare anche Thor doveva avere il suo momento molto simile.

Parlando con il podcast Happy Sad Confused di MTV, i Russo hanno detto che il piano iniziale era di avere uno scontro tra Thor di Endgame e Thor di The Dark World, tuttavia, hanno percepito la cosa come “eccessivamente complicata per la trama”, aggiungendo che a loro è piaciuto il “Cap vs Cap” ma migliore. Per quel motivo al farlo fare anche a Thor, e gli hanno dato un’esperienza diversa, la possibilità di parlare con sua madre e di dirle addio in modo appropriato:

“Penso che abbiamo anche differito dal concept originario di Thor che incontra sua madre. Era così risonante, che volevamo davvero correre… Il confronto con la madre era più una parte del viaggio di risanamento di Thor, che come lo sarebbe stato l’incontro con il vecchio se stesso. affrontare il suo ex sé stesso. Quindi è proprio quello che è successo, abbiamo deciso così.”

Leggi anche: RECENSIONE – Avengers: Endgame

Il grave ciclo di eventi messo in atto da Thanos che ha spazzato via metà dell’universo e fratturato i ranghi dei Vendicatori, costringe i rimanenti a prendere una posizione finale nella grande conclusione di ventidue film dei Marvel Studios, Avengers: Endgame.

Avengers: Endgame uscirà nelle sale italiane il 24 aprile 2019, con Anthony e Joe Russo alla regia, su una sceneggiatura di Christopher Markus e Stephen McFeely, basato sui fumetti di Jack Kirby e Jim Starlin e prodotto da Kevin Feige.

Nel cast Robert Downey Jr. (Tony Stark / Iron Man), Chris Evans (Steve Rogers / Capitan America),Chris Hemsworth (Thor), Scarlett Johansson (Natasha Romanoff / Vedova Nera), Jeremy Renner (Clint Barton / Occhio di Falco), Mark Ruffalo (Bruce Banner / Hulk), Brie Larson (Carol Danvers / Capitan Marvel), Karen Gillan (Nebula), Bradley Cooper (Rocket Racoon), Paul Rudd (Scott Lang / Ant-Man), Ty Simpkins (Harley Keener) e Josh Brolin (Thanos).

La fotografia è a cura di Trent Opaloch, mentre la colonna sonora è composta da Alan Silvestri.

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: