Avengers: Endgame, i Russo parlano di Steve Rogers e del finale del film

La scena conclusiva di Captain America in Avengers: Endgame ha portato molti a porsi non poche domande, e come sapete noi abbiamo tentato di rispondere in un post sulla nostra pagina.

Pare però, che la verità sia che ci sono misteri intenzionalmente incorporati in quella sequenza, che i registi Joe e Anthony Russo hanno suggerito getteranno le basi per qualcosa nel futuro, forse nuove storie.

Spoiler da qui in poi


Alla fine di Endgame, Steve Rogers fa un viaggio per ripristinare le timeline e riporre gli oggetti tolti dai loro luoghi di provenienza, riportando così tutto in linea con la successione degli eventi principale.

Prende anche il martello di Thor, sebbene non necessariamente come la sua arma. Questo deve essere riportato all’era di The Dark World per sistemare la linea temporale. Ma poi, come vediamo, passano i 5 secondi per la riattivazione del portale quantico, e Cap non torna. Almeno, non come lo conosciamo. Trova Peggy Carter e resta con lei, vivendo una vita “in pensione”.

Quindi, Cap ha vissuto in passato per tutto questo tempo – o è andato a vivere in un’altra dimensione? I registi dicono che la verità è quest’ultima.

“Se Cap dovesse tornare nel passato e vivere lì, creerebbe una realtà parallela”, ha spiegato Joe. “Allora la domanda diventa: come è tornato in questa realtà per dare via lo scudo? [i fratelli sorridono].”

“Domanda interessante, vero?”, ha detto Joe. “Forse c’è una storia lì. Ci sono molti strati ramificati in questo film e abbiamo passato tre anni a rifletterci sopra, quindi è divertente parlarne. Si spera che riempiendo i buchi le persone capiscano a cosa stiamo pensando.”

Ci sono altre domande in questa sequenza che creano un impostazione per una storia futura. I Russo hanno anche parzialmente confermano che Bucky sapeva tutto. Quando Cap si stava preparando per il viaggio, che doveva durare solo pochi secondi nella timeline principale, il suo vecchio amico di Brooklyn gli dà un addio sorprendentemente pesante.

In qualche modo, era consapevole che Cap avrebbe vissuto nel passato, ed è probabilmente più che una semplice intuizione. “Soprattutto quando lui dice addio”, ha spiegato Joe. “Dice: ‘Mi mancherai’. Chiaramente lui sa qualcosa.”

Ma come? Il soldato d’inverno ha già incontrato il vecchio cap in qualche punto precedente del tempo? Sembra che la risposta sia sì. D’altra parte, Joe aggiunge che: “Sam non sa nulla”. Falcon non sa niente di Old Cap, ed è per questo che The Winter Soldier lo spinge a parlare con l’ormai anziano Steve Rogers. Bucky ha già la risposta alle domande che Sam sta per porre.

Ciò che fa Old Cap è dare lo scudo in Vibranio a Falcon, ma quest’ultimo o sente come “fosse di qualcun altro”, anche se Steve poi gli risponde che non lo è. Rogers intende questo come un “è tuo ora”? O sta dicendo la verità letterale? Dopotutto, il suo scudo è stato distrutto da Thanos nella battaglia finale di Endgame. Una teoria plausibile la potete trovare nel nostro post qui sotto.

Leggi anche: RECENSIONE – Avengers: Endgame

Il grave ciclo di eventi messo in atto da Thanos che ha spazzato via metà dell’universo e fratturato i ranghi dei Vendicatori, costringe i rimanenti a prendere una posizione finale nella grande conclusione di ventidue film dei Marvel Studios, Avengers: Endgame.

Avengers: Endgame uscirà nelle sale italiane il 24 aprile 2019, con Anthony e Joe Russo alla regia, su una sceneggiatura di Christopher Markus e Stephen McFeely, basato sui fumetti di Jack Kirby e Jim Starlin e prodotto da Kevin Feige.

Nel cast Robert Downey Jr. (Tony Stark / Iron Man), Chris Evans (Steve Rogers / Capitan America),Chris Hemsworth (Thor), Scarlett Johansson (Natasha Romanoff / Vedova Nera), Jeremy Renner (Clint Barton / Occhio di Falco), Mark Ruffalo (Bruce Banner / Hulk), Brie Larson (Carol Danvers / Capitan Marvel), Karen Gillan (Nebula), Bradley Cooper (Rocket Racoon), Paul Rudd (Scott Lang / Ant-Man), Ty Simpkins (Harley Keener) e Josh Brolin (Thanos).

La fotografia è a cura di Trent Opaloch, mentre la colonna sonora è composta da Alan Silvestri.

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: