Avengers: Infinity War, Chris Pratt risponde alle critiche contro Star-Lord [SPOILER]

Diventa un nostro supporter!Diventa un nostro supporter!

ATTENZIONE L’ARTICOLO CONTIENE SPOILER RIGUARDO IL FILM!!! 

Avegners: Infinity War è un grandissimo film, ma di certo non è privo di difetti, è tutt’altro che un capolavoro assoluto del cinema, però bisogna anche riconoscere quali sono le cose che sono tutt’altro che difetti anche se vengono cosiderate tali dalla massa. Una su tutte è la reazione di Peter Quill / Star-Lord quando viene a sapere che Thanos ha ucciso la figliastra Gamora, l’amore di Quill. In quel momento Quill non riesce più ad esser razionale e inizia a prendere a pugni con tutta la sua rabbia e forza la faccia di Thanos, mandando a puttane il piano di sfilargli il Guanto dell’Infinito organizzato dal resto dei Guardiani, Strange, Stark e Spider-Man, che stavano anche per farcela. Molti degli spettatori si sono lanciati contro il personaggio, le cui gesta sono state definite ‘stupide’ e ‘irrazionali’.

Aggettivi più che adatti per descrivere la reazione avuta dal personaggio, ma d’altronde che cosa ci si aspettava? Conosciamo tutti Star-Lord e non credo che potesse reagire diversamente. Già poco tempo fa erano scesi in campo Christopher Markus e Stephen McFeely, sceneggiatori del film, in difesa della reazione del personaggio, ma quest’oggi è lo stesso Chris Pratt a schierarsi in difesa del personaggio, da lui interpretato con tutta la passione che può metterci, durante un’intervista con RadioTimes:

Guardate – il ragazzo ha visto morire sua madre, ha visto anche la sua figura paterna morire tra le sue braccia (Yondu Udonta); è stato costretto ad uccidere il suo stesso padre biologico. E ora ha sofferto anche la perdita dell’amore della sua vita. Quindi penso che abbia reagito in un modo molto umano, e credo che l’umanità dei Guardiani della Galassia sia ciò che li distingue dagli altri supereroi. Penso che se lo avessimo fatto cento volte, non cambierei lo stesso nulla.

Parole sante, e non credo che le debba commentare. D’altronde non ci vuole un genio per capire quanto sia sensata e contestualizzata la reazione di Star-Lord, anche perché altrimenti il film sarebbe finito decisamente prima e non avremmo avuto il bellissimo finale che invece c’è stato, come ha detto lo stesso Pratt andando avanti con l’intervista:

Penso che che il film sarebbe finito un’ora e mezza prima altrimenti, ma alla gente pare sia piaciuto così.” E poi, ha proseguito: “Io do la colpa a Thanos, OK? Ma insomma, com’è possibile che a lui nessuno dia la colpa?

Voi che ne pensate della questione?



Avengers: Infinity War è un film del 2018, con Joe e Anthony Russo alla regia su una sceneggiatura di Christopher Markus e Stephen McFeely. Nel cast Robert Downey Jr. (Tony Stark/Iron Man), Chris Evans (Steve Rogers/Capitan America), Mark Ruffalo (Bruce Banner/Hulk), Chris Hemsworth (Thor), Scarlett Johansson (Natasha Romanoff/Vedova Nera),  Jeremy Renner (Clint Barton/Occhio di Falco), Don Cheadle (James Rhodes/War Machine), Elizabeth Olsen (Wanda Maximoff/Scarlet Witch), Paul Bettany (Visione), Tom Holland (Peter Parker/Spider-Man), Paul Rudd (Scott Lang/Ant-Man), Sebastian Stan (Bucky Barnes/Soldato d’Inverno), Benedict Cumberbatch (Doctor Stephen Strange), Benedict Wong (Wong), Chris Pratt (Peter Quill/Star-Lord), Bradley Cooper (Rocket Racoon), Zoe Saldana (Gamora), Dave Bautista (Drax), Vin Diesel (Groot), Karen Gillan (Nebula), Pom Klementieff (Mantis), Benicio Del Toro (il Collezionista), Danai Gurira (Okoye), Isabella Amara (Sally), Winston Duke (M’Baku) e Josh Brolin (Thanos). Thanos sarà affiancato anche dall’Ordine Nero, composto da Ebony Maw, Corvus Glave, Proxima Midnight e Supergiant. La fotografia sarà a cura di Trent Opaloch, mentre la colonna sonora porterà la firma di Alan Silvestri.

Qui la sinossi:

Infinity War vede i Vendicatori continuare a proteggere il mondo da minacce troppo grandi per essere gestite da un solo eroe. Un nuovo nemico emerge dalle ombre cosmiche: Thanos (Josh Brolin), un despota di fama intergalattica. Il suo obiettivo è quello di radunare tutte le 6 Gemme dell’Infinito, artifatti di potere inimmaginabile, ed usarle per imporre il suo volere sulla galassia e sulla realtà come la conosciamo. Tutto ciò per cui gli Avengers hanno sempre lottato ha condotto a questo momento: il destino della Terra e dell’esistenza stessa non è mai stato così a rischio.