Batgirl: Christina Hodson sarà la sceneggiatrice dello stand-alone

Dopo l’abbandono di Joss Whedon a quanto pare la Warner Bros, starebbe ancora sviluppando il film su Batgirl, ed anche se un serie di rumor lasciavano intendere il contrario, grazie a The Hollywood Reporter possiamo informarvi che la casa di produzione ha scelto la sceneggiatrice.

Christina Hodson, che ha scritto l’imminente spinoff di Transformers su Bumblebee, ma anche thriller Unforgettable (con Rosario Dawson e Katherine Heigl) e Shut In, si occuperà di redigere una sceneggiatura convincente per la DC Films.

Come ricorderete Whedon è salito a bordo del progetto con grande entusiasmo nel 2017. I fan rimasero subito entusiasti circa l’adattamento dell’icona dell’empowerment femminile, seconda solo a Wonder Woman nella DC, e molti rimasero altrettanto contenti che fosse stato affidato alle mani del creatore di Buffy L’Ammazzavampiri. Ma nel febbraio del 2018, come sapete, Whedon è stato allontanato dalla Warner Bros. perché, anche se con il grande tempo a disposizione, non era riuscito ad inventare una storia.


[amazon_link asins=’B0746LCYNS,B00K2SP2L2,8869711927,1401262694′ template=’ProductCarousel’ store=’cinespression-21′ marketplace=’IT’ link_id=’7a78a107-3c31-11e8-bb07-89919a37d945′]


Batgirl è una serie di personaggi immaginari apparsi nei fumetti pubblicati dalla DC comics, e rappresentanti una controparte femminile a Batman. Creata originariamente da Bob Kane e Sheldon Moldoff, la prima apparizione del personaggio di Batgirl, alter ego di Bette Kane, è in Batman n. 139 del 1961.

In seguito alla promozione di Julius Schwartz alla guida delle sceneggiature della serie regolare di Batman, avvenuta nel 1964, il personaggio nei panni di Batgirl, Bette Kane, fu rimossa dalle pubblicazioni e dalla storia ufficiale, e rimpiazzata da una nuova Batgirl, Barbara Gordon. Barbara fece il suo esordio nella pagine di Detective Comics n. 359, scritto da Gardner Fox e disegnato da Carmine Infantino, chiamato: The Million Dollar Debut of Batgirl. L’interpretazione di Barbara Gordon nel ruolo di Batgirl fece regolari apparizioni nei fumetti di Batman dal 1966 al 1988, e viene descritta come uno dei personaggi di maggiore spessore pubblicati durante la Silver Age.

A seguito del ritiro editoriale del personaggio avvenuto in Batgirl Special n. 1 del 1988, Barbara Gordon viene colpita alla spina dorsale da un proiettile esploso dal Joker, che la rende paraplegica (narrato nella graphic novel Batman: The Killing Joke del 1988, di Alan Moore). Successivamente gli sceneggiatori Kim Yale e John Ostrander reinventarono Barbara Gordon nei panni di Oracolo (Oracle), la principale fonte di informazioni dell’Universo DC, e capo del gruppo dei Birds of Prey.

Nella miniserie Batman: Terra di nessuno del 1999, fa la sua apparizione il personaggio di Helena Bertinelli, conosciuta anche come “la Cacciatrice” (The Huntress), che assume il ruolo vacante di Batgirl, finché Batman non la induce alla rinuncia del ruolo alla fine della storia. Sempre nello stesso anno viene impiegato un altro personaggio apparso nella storia di Terra di nessuno; si tratta di Cassandra Cain, che diviene la terza Batgirl, sotto la guida di Batman e di Oracolo. Cassandra Cain è stata la prima versione di Batgirl ad avere una serie mensile eponima, che fu cancellata nel 2006, concludendosi con Cain che rinuncia al titolo di Batgirl.

Durante la saga dei Birds of Prey Headhunt è stato un inedito personaggio, creato da Gail Simone, a prendere il ruolo di Batgirl: Charlotte Gage-Radcliffe; tuttavia dopo poco fu sfiduciata da Oracolo, e prese l’identità di Misfit. Durante gli eventi narrati nella serie limitata 52 (2006) Cassandra Cain rivendica nuovamente il manto di Batgirl. Finirà tuttavia per cederlo nuovamente (e questa volta in maniera definitiva) alla notizia della presunta morte di Batman, lasciando il titolo e il mantello all’amica Stephanie Brown alias Spoiler (figlia del criminale Cluemaster e quarto Robin), con la quale la serie viene rilanciata nel 2009.

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: