Batgirl: i registi rivelano che hanno provato a salvare il film dai server della Warner

Mentre è speranza di tutti i registi, talenti e creatori che la loro storia trovi spazio al cinema, ed abbia un impatto sul pubblico e sull’industria, nessuno spera nel tipo di impatto che Batgirl (a questo punto si può parlare di effettiva cancellazione).

Oltre a Leslie Grace nei panni di Barbara Gordon, Batgirl era ricca di talenti come Brendan Fraser, Michael Keaton e JK Simmons. Il film è stato anche diretto da due stelle nascenti dietro la macchina da presa, Adil El Arbi e Bilall Fallah, che erano freschi di successo con Ms. Marvel dei Marvel Studios su Disney+ e Bad Boys for Life con Will Smith e Martin Lawrence. Nelle settimane successive alla cancellazione di Batgirl dalla lista dello studio, il team di regia ha commentato la notizia; e ora i due si sono aperti ancora di più sulla loro esperienza.

Ma prima, in un’intervista tradotta dal francese con Skript, Bilall Fallah, uno dei registi del film Batgirl, ha recentemente detto che il suo collega regista, Adil El Arbi, ha cercato di convincerlo a salvare parte del film sul suo telefono quando è stato accantonato, ma la scoperta che hanno fatto è stata sconvolgente.

Fallah è andato davvero verso il server a prelevare il proprio film, ma quando l’ha cercato ha notato che era andato per intero, totalmente cancellato, comprese tutte le scene con il Batman di Michael Keaton.

“No, non abbiamo niente. Adil mi ha chiamato e mi ha detto: ‘Vai avanti! Carica tutto sul tuo telefono!’. Sono andato al server e… tutto era sparito. Eravamo tipo: ‘Stronzi di merda!’. Non abbiamo nemmeno le scene in cui c’era Batman.”

Nella stessa intervista, i due registi hanno confermato che c’erano ancora scene aggiuntive da girare e quasi nessun VFX era presente, quindi anche se lo avessero voluto, non sarebbero stati in grado di distribuire un film finito.

“I ragazzi della Warner Bros. ci hanno detto che non era un problema di talento da parte nostra o dell’attrice [Leslie Grace], e nemmeno della qualità del film. Eravamo proprio nel bel mezzo del montaggio. C’era molto lavoro per finirlo, quindi non era come se il film fosse finito! La Warner Bros. ci ha detto che la cancellazione era un cambiamento strategico, un cambio di gestione in modo che potessero risparmiare qualche soldo.”

Il duo ha anche risposto al supporto dei fan sui social media e alla campagna per far uscire il film in qualche modo. Fallah ha espresso i suoi sentimenti iniziali di shock e rabbia dopo aver ricevuto la notizia, ma è stato aiutato dopo aver visto il livello di supporto dei fan online. Fra i fan si sono schierati a supporto anche grandi nomi come Edgar Wright e James Gunn.

In ultimo, i registi di Batgirl hanno condiviso un video emozionante su Instagram in cui spiegano le loro reazioni all’improvvisa e controversa cancellazione del film DC. El Arbi, che era in luna di miele quando ha appreso la notizia, ha condiviso che “non sapeva nemmeno conto che sarebbe potuta essere una possibilità”. Entrambi i registi si sono sforzati di salvare le riprese del film, come detto sopra, ma non hanno avuto successo.

Non solo quindi la cancellazione del film è stata difficile da digerire, ma il non avere nemmeno accesso a ciò che avevano realizzato è stato, come ha spiegato El Arbi, “piuttosto duro” da digerire. Nel video di El Arbi e Fallah, i due non hanno avito altro che elogi e apprezzamento per il cast e la troupe di Batgirl, così come per coloro che li hanno supportati sulla scia della cancellazione del film. Hanno anche sottolineato che il pubblico può continuare a supportarli guardando il loro film in uscita, Rebel, e, come ha detto Al Arbi: “immaginate cosa sarebbe potuto essere Batgirl”.

Qui sotto il post:

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: