Battlestar Galactica: NBCUniversal ha in programma un reboot della serie

Il nuovo servizio di streaming NBCUniversal, che la compagnia ha comunicato oggi si chiamerà “Peacock”, verrà lanciato nell’aprile del 2020 con contenuti originali che includono riavvii di serie dalla libreria dei titoli NBCU.

L’elenco include un riavvio di un classico di fantascienza: un nuovo Battlestar Galactica, presentato come una serie originale ad opera del produttore esecutivo di di Mr. Robot e Homecoming, Sam Esmail.

Non si sa molto del riavvio, ma stando a Deadline pare che Esmail sia sempre stato un grande fan di Battlestar Galactica, e che la NBCU aveva quel progetto in cima ad una lista di titoli che riportare in auge per il suo nuovo servizio di streaming, e sopratutto era uno dei progetti che voleva sviluppare con il nuovo accordo di quattro anni che ha concluso con la Universal Content Productions.

Attualmente Esmail produce tre serie per UCP: Mr. Robot, da lui creato, Briarpatch; con Rosario Dawson (entrambi per USA Network); e Amazon’s Homecoming. Ha già un certo numero di serie in sviluppo con lo studio, tra cui due serie limitate di alto profilo: Metropolis, basato sul classico della fantascienza di Fritz Lang del 1927, e Angelyne, con la moglie Emmy Rossum.

Ma non c’era mai stata parola prima su Battlestar Galactica, la proprietà creata da Larson che cavalcava il successo dell’originale Star Wars. La trama era incentrata sull’ultimo gruppo di umani sull’orlo dell’estinzione dopo una serie di guerre con una razza robotica, i Cylons, che distrussero le dodici colonie. Tutti gli umani sono alla deriva in un gruppo di astronavi corazzate, ancorate alla Galactica, l’ultima nave militare della flotta, mentre cercano la loro ultima opzione per sopravvivere: una leggendaria tredicesima colonia conosciuta come Terra.