Ben Affleck non si era reso conto di quanto fosse iconico Batman quando è stato scelto per il ruolo

Ben Affleck non si era reso conto di quanto fosse iconico Batman quando è stato scelto per il ruolo, e ora lo sa sicuramente.

Leggi anche: Ben Affleck afferma che la sua porta è chiusa per Batman

L’attore ha recentemente parlato con GQ della sua carriera e del suo tempo col mantello del Crociato Incappucciato. Gli attori di solito sanno che quando recitano una determinata parte questa genererà un grande ronzio, ed è difficile sottovalutare quanto sia grande Batman per molti fan in tutto il mondo.

Questo è qualcosa che sia Robert Pattinson che Zoe Kravitz hanno notato all’inizio nel loro periodo con The Batman, ma l’attore veterano di Hollywood ha detto a GQ che non ha mai provato nulla di simile alla passione emessa dal fandom dei fumetti.

“Non credo di essermi nemmeno reso conto di quanto fosse iconico il personaggio fino a quando non ho accettato il lavoro, e poi quella è stata una grande storia”, ha detto Affleck alla rivista. “Ed è successo nel momento in cui Internet si stava espandendo nel mondo del cinema in un modo diverso… i siti dei fan e le relazioni con loro, gli studios, i creatori di fumetti, tutto stava cambiando evolvendosi.”

Molti fan adorano assolutamente quello che ha fatto Affleck con Bruce Wayne, con cognizione. Anche se non ci sono speranze che l’attore torni al al ruolo in futuro, si riconosce comunque il grandissimo lavoro di Zack Snyder nel vendere la star per il ruolo e nel massimizzare ciò che potevano fare insieme durante lo sviluppo del franchise.

“Zack mi ha detto che voleva fondamentalmente adattare il tono della run The Dark Knight di Frank Miller. Dove è più vecchio, è un po’ brutale e più vulnerabile, ed ho pensato che fosse un approccio davvero interessante a Batman”, ha ricordato. “Come un uomo vulnerabile, come un uomo che ha dolori quando si sveglia la mattina, come un uomo ragazzo che è vittima di tormento psicologico, ho pensato che fosse un approccio davvero interessante all’interpretazione di un eroe ed è quello che volevamo fare.”

Fonte

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: