Birds of Prey: Cathy Yan spiega perché il film non ha bisogno di Batman

In Birds of Prey, Harley Quinn unisce le forze con Black Canary, Helena Bertinelli e Renee Montoya per salvare Cassandra Cain dal sinistro signore del crimine di Gotham City, Roman Sionis / Black Mask.

Leggi anche: Margot Robbie parla della iena e del processo per inserirla nel film

Con il film ambientato in una città sinonimo di Batman, è una domanda naturale quale ruolo ricopre l’iconico personaggio DC nel film. Dopotutto, Batman non deve sempre proiettare una lunga ombra quando si tratta di Gotham, e secondo Cathy Yan, regista di Birds of Prey, il film non è influenzato dal vigilante. Semplicemente non è necessario.

Parlando con ComicBook all’evento in anteprima del film, Yan ha spiegato che mentre c’è un cenno a Bruce Wayne nel film, la realtà è che Birds of Prey non vede nessuno cercare di fare il lavoro di Batman per salvare Gotham City. Il focus su Harley e la sua squadra è in scala ridotta.

“Beh, c’è un piccolo cenno sfacciato a Bruce Wayne, ma no”, ha detto Yan ha detto quando le è stato chiesto se avesse mai preso in considerazione un riconoscimento più pesante della presenza di Batman. “Voglio dire, parte del pensiero era proprio tenerlo fuori dalla trama, visto che la posta in gioco di questo film non è particolarmente alta. Non sta salvando Gotham, nessuno sta salvando Gotham qui, ma stanno cercando di salvare questa bambina e stanno cercando di abbattere qualcuno che sta cercando di conquistare Gotham, ma anche Roman Sionis, voglio dire, non è ancora il grande signore del crimine che sta cercando di essere, quindi c’è questo tipo di elemento come fosse una sorta di avventura che avviene in una parte a parte di Gotham. Questo è l’aspetto del film che mi piace molto.”

Sono le aspirazioni di Sionis che, in un certo senso, aiutano a guidare le sue motivazioni in termini di odio assoluto per Harley Quinn (Margot Robbie). Secondo l’interprete, Ewan McGregor, Sionis deve avere il controllo assoluto e ora che il Joker è fuori dai giochi, il fatto che Harley cerchi potere è un problema per Sionis.

Vi hanno mai raccontato la storia della poliziotta, dell’usignolo, della pazza e della principessa della mafia? Birds of Prey (e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn) è un racconto bizzarro di Harley in persona come solo lei sa fare. Quando il più nefasto dei narcisisti di Gotham, Roman Sionis, e il suo zelante braccio destro, Zsasz, decidono di dare la caccia a una giovane ragazza di nome Cass, mettono la città in subbuglio per trovarla. Le strade di Harley, Cacciatrice, Black Canary e Renee Montoya si incrociano e le quattro ragazze non hanno altra scelta se non fare squadra per smontare i piani di Roman.

Birds of Prey (e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn) uscirà nelle sale italiane il 6 febbraio 2020, con Cathy Yan alla regia, su una sceneggiatura di Christina Hodson, basata sui fumetti di Cuck Dixon, Jordan B. Gorfinkel e Greg Land, e con Margot Robbie, Bryan Unkeless e Sue Kroll come produttori. La fotografia è a cura di Matthew Libatique.

Nel cast Margot Robbie (Harley Quinn), Mary Elizabeth Winstead (Helena Bertinelli / Cacciatrice), Jurnee Smollett-Bell (Dinah Lance / Black Canary), Ella Jay Basco (Cassandra Cain), Chris Messina (Victor Zsasz) e Ewan McGregor (Roman Sionis / Maschera Nera).

Fonte

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: