Birds of Prey: Margot Robbie rivela la “scelta consapevole” di non inserire il Joker nel film

Birds of Prey: Margot Robbie rivela la “scelta consapevole” di non inserire il Joker nel film

La star e produttrice di Birds of Prey, Margot Robbie, ha fatto una “scelta consapevole” di non entrare in contatto con l’ex di Harley, il Joker (Jared Leto), concentrandosi invece sulla gang di ragazze “improvvisata” composta da Cacciatrice (Mary Elizabeth Winstead), Black Canary (Jurnee Smollett-Bell), Renee Montoya (Rosie Perez) e Cassandra Cain (Ella Jay Basco).

Leggi anche: la crew parla del costume design, l’aspetto femminista e la violenza nel film

Perché un film spin-off incentrato su Joker e Harley allora è stato messo in sviluppo, dopo il successo di successo di Suicide Squad, cosa che avrebbe raffigurato un periodo in cui Harley era ancora “completamente consumata dal Joker”, quindi la Robbie ha detto che doveva essere “o tutto o niente” quando è stato discusso il coinvolgimento di Joker.

“O sarebbe stata una storia completa di Harley e Joker o Joker doveva eve essere fuori dai giochi”, ha detto Robbie durante un evento stampa. “Volevo davvero vedere Harley in una gang di ragazze e sentivo che c’era un enorme divario nel mercato per un film d’azione con un ensemble di ragazze. Mi sembrava che nessuno lo stesse facendo e non riuscivo a capire perché, specialmente per il genere cinecomics.”

Quando Birds of Prey inizia vediamo Harley che ha rotto i legami con il suo ex fidanzato violento, che non appare affatto nel film.

“Sin dall’inizio è stata una scelta consapevole di dover essere separati in questa fase”, ha detto Robbie. “Ho un intero retroscena nella mia testa di cosa è successo tra ciò che hai visto alla fine di Suicide Squad e ciò che vedi all’inizio di Birds of Prey.”

Inserisci Roman Sionis (Ewan McGregor), un criminale narcisista ed eccentrico meglio conosciuto come Black Mask, e una ragione per ognuuna di queste ragazze per avercela con lui.

“Ognuno di loro ha una ragione così personale per cui non gli piace e perché loro non piacciono a lui”, ha detto la sceneggiatrice Christina Hodson. “Quel tipo naturale di antagonismo con ognuno di loro sente è personale e radicato piuttosto che accompagnato da una voglia di far saltare in aria il mondo, con l’arricciolare dei baffi a manubrio. E questo sembrava così giusto in questo mondo.”

Vi hanno mai raccontato la storia della poliziotta, dell’usignolo, della pazza e della principessa della mafia? Birds of Prey (e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn) è un racconto bizzarro di Harley in persona come solo lei sa fare. Quando il più nefasto dei narcisisti di Gotham, Roman Sionis, e il suo zelante braccio destro, Zsasz, decidono di dare la caccia a una giovane ragazza di nome Cass, mettono la città in subbuglio per trovarla. Le strade di Harley, Cacciatrice, Black Canary e Renee Montoya si incrociano e le quattro ragazze non hanno altra scelta se non fare squadra per smontare i piani di Roman.

Birds of Prey (e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn) uscirà nelle sale italiane il 6 febbraio 2020, con Cathy Yan alla regia, su una sceneggiatura di Christina Hodson, basata sui fumetti di Cuck Dixon, Jordan B. Gorfinkel e Greg Land, e con Margot Robbie, Bryan Unkeless e Sue Kroll come produttori. La fotografia è a cura di Matthew Libatique.

Nel cast Margot Robbie (Harley Quinn), Mary Elizabeth Winstead (Helena Bertinelli / Cacciatrice), Jurnee Smollett-Bell (Dinah Lance / Black Canary), Ella Jay Basco (Cassandra Cain), Chris Messina (Victor Zsasz) e Ewan McGregor (Roman Sionis / Maschera Nera).

Fonte

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: