Black Panther: Wakanda Forever, ecco come la Marvel eviterà paragoni tra Namor e Aquaman

Black Panther: Wakanda Forever è a pochi mesi dalla chiusura della Fase 4 del MCU in modo drammatico. Parte di quel dramma includerà l’introduzione di Namor the Sub-Mariner, che porterà in seno ai Marvel Studios il primo eroe sottomarino targato Marvel, simile all’Aquaman di Jason Momoa dell’universo DC.

Anche se Namor e Aquaman che vantano poteri simili, il guerriero acquatico della Marvel è un personaggio a se, che sta in disparte rispetto agli Avengers, i Guardiani della Galassia e altro ancora. Rientrando più nella categoria degli antieroi che dei supereroi, Namor è conosciuto come l’egomaniaco che non si ferma davanti a nulla per proteggere la sua gente – ed è anche uno dei primi mutanti della Marvel dei fumetti.

Naturalmente, c’è una questione in sospeso che riporta alla luce i confronti tra lui e Arthur Curry: i due sono entrambi conosciuti come i re della loro rispettiva Atlantide. Per fortuna, dopo l’introduzione di Namor in Black Panther 2, i fan avranno un’idea specifica di come sarà reso il Namor del MCU, infatti Atlantide non ci sarà.

Hasbro Pulse ha rivelato una descrizione di una action figure di Namor il Sub-Mariner da Black Panther: Wakanda Forever dei Marvel Studios. Questa rivela un importante cambiamento nel retroscena di Namor rispetto ai fumetti. Sul grande schermo, sarà il sovrano di una nazione chiamata Talocan, una civiltà sottomarina, invece del suo solito regno di Atlantide: “Il sovrano di Talocan, un’antica civiltà nascosta nelle profondità dell’oceano, Namor non si fermerà davanti a nulla per proteggere il suo popolo“.

Sebbene questo non sia basato su nulla di specifico dei Marvel Comics, il nome è simile a un luogo delle leggende azteche chiamato Tlālōcān, noto come il paradiso della cultura per coloro che sono morti per annegamento o per un fulmine.

Il nuovo capitolo della Fase 4 del Marvel Cinematic Universe, Black Panther Wakanda Forever è il seguito del film premio Oscar del 2018, Black Panther, pellicola che ha esplorato la patria del personaggio titolare, il Wakanda, dopo che lui e suo padre T’Chaka sono stati introdotti per la prima volta in Captain America: Civil War del 2016.

Tragicamente, l’attore protagonista di Black Panther, Chadwick Boseman, è morto di cancro al colon nel 2020. Ciò ha costretto il regista e co-sceneggiatore Ryan Coogler a ristrutturare il film successivo. Alla fine ha deciso di non ri-castare T’Challa, concentrandosi invece sull’esplorazione dei personaggi secondari introdotti nel film originale.

Questo ensemble include Lupita Nyong’o come Nakia, Danai Gurira come Okoye, Daniel Kaluuya come W’Kabi, Letitia Wright come Shuri, Winston Duke come M’Baku e Angela Bassett come Ramonda, tutti abitanti della nazione africana high-tech nota come Wakanda, che è stata rivelata al mondo alla fine del primo film. Il secondo film introdurrà anche il personaggio Riri Williams, interpretato da Dominique Thorne, che in seguito apparirà nella sua serie MCU Disney+, Ironheart.

Il film, che arriverà nelle sale il 9 novembre 2022, e sarà l’ultimo capitolo della Fase 4 del Marvel Cinematic Universe.

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: