Black Panther: Wakanda Forever, il regista Ryan Coogler difende il design stravagante dei personaggi

Il 9 novembre il MCU si espanderà ancora una volta con il debutto di Namor the Sub-Mariner e del suo mondo sottomarino chiamato Talocan in Black Panther: Wakanda Forever.

Interpretato da Tenoch Huerta, la versione dei Marvel Studios di Namor è diversa da quella dei fumetti – e da Aquaman della DC – in quanto non è il sovrano di Atlantide. Invece, la versione live-action del Sub-Mariner governa il regno di Talocan, che è stato creato ispirandosi ala cultura mesoamericana esclusivamente per Black Panther 2.

Mentre il regno sottomarino di Talocan è stato un allontanamento dai fumetti, Wakanda Forever è rimasto fedele ad alcuni elementi unici del suo leader nel portarlo dalla pagina allo schermo.

Parlando con Entertainment Weekly del nuovo trailer di Black Panther: Wakanda Forever, il regista Ryan Coogler ha riconosciuto che il Namor di Tenoch Huerta fa molto affidamento sul design stravagante proveniente dal fumetto del personaggio, composto da elementi “che non si sposano necessariamente insieme”.

Il regista ha però difeso la decisione, dicendo che “devi avvicinarti alle cose strane, o rischi di perdere ciò che lo rende divertente”.

“Penso che realizzando questo tipo di film, devi avvicinarti alle cose strane, o rischi di perdere ciò che lo rende divertente. Ha caratteristiche davvero uniche e cose che non si sposano necessariamente. Può respirare sott’acqua, ovviamente, ma ha queste piccole ali sulle caviglie. Ha le orecchie a punta e va in giro in mutande. È fatto per essere divertente.”

Il pubblico ha dato la sua prima occhiata al design di Namor, completo delle sue ali alle caviglie, nel primo trailer di Black Panther 2. Ma l’ultimo trailer ha offerto uno sguardo ancora migliore a Namor che usa quelle ali.

Fonte

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: