Black Widow: Disney pare non voler un’uscita ibrida per il film Marvel

Gli addetti ai lavori della Disney lasciano intendere che la compagnia è impegnata per l’uscita solo nelle sale cinematografiche del blockbuster dei Marvel Studios, Black Widow, ora previsto per l’apertura nelle sale cinematografiche il 7 maggio 2021.

Il 2020 è diventato il primo anno senza un film dei Marvel Studios dal 2009, quando la Disney ha ritardato il prequel con protagonista Scarlett Johansson dal Marvel Cinematic Universe, spostandolo da maggio a novembre 2020 fino al 7 maggio di quest’anno. A Natale, Disney ha reso Soul disponibile su Disney + senza costi aggiuntivi per gli abbonati dopo che il film Pixar non è stato in grado di uscire al cinema a giugno, e poi a novembre a causa delle chiusure prolungate dei cinema causate dalla pandemia di coronavirus.

Il mese scorso, per lo stesso motivo, la Disney ha annunciato che Raya and the Last Dragon della Disney avrebbe avuto un’uscita giornaliera fissata per il 5 marzo. Come il live-action Mulan, la Raya animata in CGI sarà trasmessa in streaming su Disney + tramite il modello Premier Access con un prezzo di $ 29,99.

Secondo Variety, gli addetti ai lavori affermano che la Disney, almeno per ora, non sta considerando un’uscita ibrida per Black Widow. Lo stesso rapporto afferma che Black Widow e altri grandi film – tra cui No Time to Die (2 aprile) e Fast & Furious 9 (28 maggio) – sono a rischio di subire ulteriori ritardi in attesa che i vaccini facciano i loro lavoro.

Ma il rapporto riconosce anche che la situazione per tutti gli studi rimane fluida a causa dell’incertezza che cambia di giorno in giorno.

Fonte

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: