Black Widow: Florence Pugh parla del film definendolo crudo, doloroso e molto bello

Florence Pugh ha appena terminato le riprese del film stand-alone della Marvel, Black Widow, con Scarlett Johansson.

“È stata una delle esperienze più bizzarre e stravaganti”, ha detto l’attrice in una conversazione per Actors on Actors di Variety. “Ho finito circa tre settimane fa. Ho ottenuto il ruolo a marzo, aprile, ho iniziato a prepararmi a maggio, e poi abbiamo girato per tutta l’estate. Abbiamo girato a Londra, a Budapest, in Marocco, e poi sono andati ad Atlanta per un po.”

Pugh ha sottolineato che apprezzava lavorare con una regista in un film per donne.

“Il fatto che ho avuto modo di girare uno di quei film con un’attrice protagonista e la regista più bella e calorosa, Kate Shortland, è stata un’esperienza davvero unica e speciale”, ha detto. “Non so come siano gli altri film e chi ci stia lavorando, ma ricordo di essere stata sul set molte volte e di aver pensato: ‘So che non è così, so che è una cosa unica e devo prendere viverla a pieno.”

L’attrice ha anche anticipato il tono del film, che si svolge a seguito degli eventi di Captain America: Civil War e vede anche la partecipazione di David Harbour, Rachel Weisz e OT Fagbenle.

“Penso che abbiamo realizzato qualcosa di molto crudo, molto doloroso e molto bello e penso che le persone saranno davvero sorprese dal risultato come di un grande film d’azione che ha così tanto cuore. E so che molte persone saranno emozionate dal fatto che il suo personaggio abbia avuto un finale così difficile [in Endgame], ma è stato un tipo di momento d’apprendimento speciale da parte sua, e lo fa da circa 10 anni in quei film. Perché questo era il suo film speciale.”