Black Widow: Florence Pugh parla del film e come non lo ritiene un passaggio di testimone

Per Florence Pugh, il 2019 è stato quello che alla gente piace chiamare “un anno importante”.

È iniziato al Sundance quando ha ricevuto il plauso per la sua storia vera a tema wrestling, Fighting With My Family. Poi il diavolo si è scatenato per Pugh dopo l’uscita di Midsommar di Ari Aster. E ora Pugh interpreta Amy in Le piccole donne di Greta Gerwig.

E poi all’improvviso il primo film di massa arriva, Black Widow, mostrando che Pugh ha intenzione di correre nella sua carriera per arrivare alla fama, ma sopratutto è tanta la voglia di recitare con Scarlett Johansson.

Nei fumetti, il personaggio di Pugh, Yelena Belova, diventa la nuova vedova nera. Ma non così in fretta, avverte Pugh, perché non vede essere la Vedova Nera come un qualsiasi tipo di passaggio di testimone.

“No, in realtà l’ho detto quando lo stavamo realizzando, non è affatto così. E lo dico molto onestamente, di certo non ci è sembrato il tipo di film in stile passaggio di testimone quando lo stavamo realizzando. Trovo che le intenzioni e le speranze fossero sinceramente di raccontare una storia emotiva, complicata e dolorosa, rendendo giustizia agli appassionati che attendevano da tempo il film di Vedova Nera.

Cate Shortland ha svolto un lavoro incredibile nel mostrare queste due ragazze che affrontano la loro storia e il loro dolore. L’intenzione era questa più che altro, ma sono felice che la gente abbia apprezzato il trailer, muoio dalla voglia di vedere il film.”

È il primo film della Phase 4 del Marvel Cinematic Universe e racconta le origini di Natasha Romanoff, ripercorrendo i momenti che hanno portato la giovane ad aderire al programma sovietico Black Widow degli anni ’80, volto a creare delle super agenti assassine. Una Natasha alle “prime armi” viene affidata al KGB, l’agenzia di sicurezza sovietica, per fare di lei una delle sue migliori leve. Il film è ambientato nel lasso di tempo che intercorre tra Civil War e Infinity War ed è la stessa Vedova Nera a ricordare il suo passato, che torna a tormentarla. Decide di affrontare i suoi vecchi demoni, invece di continuare a scappare. È così che Natasha si distacca momentaneamente dagli Avengers per raggiungere la sua vecchia famiglia, formata da Yelena Belova, Melina Vostokoff e Alexei Shostakov, e tornare là dove tutto è iniziato, dove è diventata Black Widow.

Vedova Nera (Black Widow) vede Cate Shortland alla regia, su una sceneggiatura di Ned Benson e Jac Schaeffer, basata sui fumetti di Stan Lee e Dan Rico, e con Kevin Feige e Mitchell Bell come produttori. La fotografia è a cura di Rob Hardy.

Nel cast Scarlett Johansson (Natasha Romanoff / Vedova Nera), Florence Pugh (Yelena Belova), David Harbour (Alexei Shostakov / Red Guardian) e Rachel Weisz (Melina Vostokoff).

Vedova Nera (Black Widow) uscirà nelle sale italiane ad aprile 2020.

Fonte