Black Widow: Scarlett Johansson anticipa uno dei temi del film

Una delle virtù dell’universo cinematografico Marvel è stata la sua adattabilità. I film sui supereroi del franchise sono stati spesso modellati su scelte di genere sorprendenti, come il thriller spy story Captain America: The Winter Soldier, l’heist movie / sci-fi Ant-Man, la commedia teen Spider-Man: Homecoming e la space opera Guardiani della Galassia.

Black Widow – che di recente ha visto la sua data di uscita originale rimandata a causa dell’impatto del Coronavirus – utilizza ancora una volta un altro formato inaspettato.

“Uno dei temi del film è la famiglia”, afferma la star Scarlett Johansson nel numero di Total Film. “Che cos’è la famiglia? Come ci definisce? Come definisce il nostro passato? In che modo la nostra famiglia, per quanto la definiamo, definisce chi siamo, nel bene e nel male?”

Natasha, la spia parte della famiglia dei Vendicatori, si ritroverà in un genere molto inaspettato, un dramma familiare.

“Penso che parte del genio di Kevin Feige sia che pensa sempre a ciò che i fan si aspettano da questi film e poi dà loro qualcosa che non avrebbero mai potuto immaginare”, aggiunge Johansson. “L’idea di Natasha Romanoff in un dramma familiare è la cosa meno attesa, e ho avvolgere la mia mente intorno a quello che sarebbe stato perché c’è un cambiamento tonale così grande.”

È il primo film della Fase 4 del Marvel Cinematic Universe e racconta le origini di Natasha Romanoff, ripercorrendo i momenti che hanno portato la giovane ad aderire al programma sovietico Black Widow degli anni ’80, volto a creare delle super agenti assassine. Una Natasha alle “prime armi” viene affidata al KGB, l’agenzia di sicurezza sovietica, per fare di lei una delle sue migliori leve. Il film è ambientato nel lasso di tempo che intercorre tra Civil War e Infinity War ed è la stessa Vedova Nera a ricordare il suo passato, che torna a tormentarla. Decide di affrontare i suoi vecchi demoni, invece di continuare a scappare. È così che Natasha si distacca momentaneamente dagli Avengers per raggiungere la sua vecchia famiglia, formata da Yelena Belova, Melina Vostokoff e Alexei Shostakov, e tornare là dove tutto è iniziato, dove è diventata Black Widow.

Vedova Nera (Black Widow) vede Cate Shortland alla regia, su una sceneggiatura di Ned Benson e Jac Schaeffer, basata sui fumetti di Stan Lee e Dan Rico, e con Kevin Feige e Mitchell Bell come produttori. La fotografia è a cura di Rob Hardy.

Nel cast Scarlett Johansson (Natasha Romanoff / Vedova Nera), Florence Pugh (Yelena Belova), David Harbour (Alexei Shostakov / Red Guardian) e Rachel Weisz (Melina Vostokoff).

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: