Brandon Routh ha parlato del ruolo di Superman e del seguire le orme di Christopher Reeve

Brandon Routh, che interpretava l’eroe protagonista di Superman Returns, parla del ruolo di Clark Kent e dell’ispirazione portata da Christopher Reeve.

Superman Returns è stato rilasciato nel 2006 e ha ricevuto recensioni positive; tuttavia, Warner Bros. ha staccato la spina a un sequel perché non erano soddisfatti dei risultati finali al botteghino. Per fortuna, questo non è stato l’ultimo ruolo di Routh con la DC. In seguito Routh ha interpretato Ray Palmer, alias The Atom, in Legends of Tomorrow, ed è tornato a vestire i panni dell’uomo d’acciaio nel crossover Crisi sulle Terre Infinite.

Durante l’ultima puntata dell’evento crossover annuale dell’Arrowverse, Routh è stato in grado di contribuire a chiudere l’eredità lanciata per la prima volta dai film di Superman di Christopher Reeve e rivisitare la parte che aveva lasciato quasi un decennio e mezzo prima.

Routh è stato recentemente ospite del podcast Inside of You su YouTube, ospitato da Michael Rosenbaum, che ha interpretato Lex Luthor in Smallville. Durante l’intervista, Rosenbaum ha letto alcune domande inviate dai fan. Una delle domande era: “Quando ti prepari per un ruolo come Superman, come puoi renderlo tuo senza imitare una precedente incarnazione?”. Al che Routh ha risposto:

“Essenzialmente, mi è stato affidato il compito di avere un’energia simile a Christopher Reeve in Superman Returns. Così l’ho fatto, e in parte quello spirito era in me – dopo aver visto il film così tante volte. E lui era il mio Superman. Quindi è stato semplice. Ho assorbito il ruolo. Ho interpretato Clark in modo diverso – in un certo senso, il mio approccio a lui era leggermente diverso da quello di Chris – ma ci sono somiglianze anche se le cose sono diverse. Non ho paura di aver camminato sulle sue orme perché è il compito che mi è stato affidato.”

Per tutto il resto dell’intervista, Rosenbaum e Routh discutono anche di altri argomenti, come la dipendenza da World of Warcraft di Routh che è arrivata dopo i deludenti risultati al botteghino di Superman Returns, ed ha condiviso un pensiero sil regista Bryan Singer, con cui a quanto pare è stato difficile lavorare sul set di Superman Returns.

Christopher Reeve è stato il Superman per coloro che sono cresciuti guardando i suoi film, e la rappresentazione dell’eroe di Routh era una continuazione di tutto ciò che Reeve aveva rappresentato nei film precedenti. Sembra che Routh abbia avuto modo di essere ispirato da lui per Superman Returns, ma non ha avuto paura di aggiungere un tocco personale al personaggio. Routh ha dimostrato la sua abilità nel portare la sua interpretazione unica di personaggi famosi anche durante la sua partecipazione a Legends of Tomorrow. Purtroppo, l’attuale stagione di Legends sarà l’ultima di Routh, dato che è stato recentemente annunciato che la sua corsa con la serie è finita.

Fonte

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: