Bright 2: la produzione del film slitta a causa dell’agenda di Will Smith

Il sequel del film di genere fantasy/crime, Bright 2, sta ancora muovendo i passi lungo il sentiero che lo porterà all’inizio della produzione, sebbene questa sia stata ritardata a causa dell’agenda di Will Smith.

Bright è stato un film urban fantasy del 2017 ambientato in un mondo moderno con creature fantasy come orchi, elfi, nani e centauri che vivono a fianco degli umani. La pellicola vede Smith come un poliziotto umano dall’animo un po’ bigotto che ha collaborato con riluttanza con il primo orco poliziotto.

Insieme i due si ritrovano immersi in un avventura a metà fra fantasy e poliziesco, mentre devono tenere di una bacchetta magica e l’elfa che la brandisce finita dalle mani di un culto del giorno del giudizio, così come altri criminali assortiti e poliziotti corrotti.

Bight è costato a Netflix ben 90 milioni, il massimo che abbia mai speso per un film originale, e ha riposto molta fiducia nel suo successo che ha ordinato un sequel prima ancora che il primo film debuttasse. I critici non sono rimasti per nulla impressionati dal film, criticando la povera costruzione del mondo nella sua ambientazione, la trama crime opacizzata da elementi fantasy superficiali e il film che evita di esplorare correttamente le implicazioni della stratificazione della società in base alle varie specie.

Come sapete noi non siamo mai stati d’accordo con queste critiche, e anzi, riteniamo Bright un ottimo film di genere urban fantasy. Il pubblico in generale ha accettato infatti molto più di buon grado il mix di generi, e il film ha collezionato ben 11 milioni di visualizzazioni nel suo primo fine settimana, rendendolo uno dei titoli originali più visti del servizio di sempre e portandolo ad un punteggio su Rotten Tomatoes dell’84% con quasi 20.000 voti.

La notizia del ritardo di Bright 2 è arrivata da ComicBook, che ha intervistato la star di Bright, Lucy Fry, circa la sua apparizione nel crime drama Godfather of Harlem. La produzione doveva iniziare all’inizio di quest’anno, dopo che era stato confermato che Smith non avrebbe ripreso il suo ruolo di Deadshot in The Suicide Squad. Tuttavia, poche informazioni sul film sono state fornite e ora sembra che siano state ritardate indefinitamente a causa della fitta agenda di Smith.

“L’avremmo girato quest’anno, e poi non è successo a causa del programma di Will. Spero davvero che ne facciano un altro perché mi sono divertita così tanto a fare quel film. Quindi, spero solo che potremo farlo di nuovo.”

L’urban fantasy, una storia che utilizza elementi fantastici nella cornice di una città moderna, è un sottogenere sempre più popolare nella letteratura, con alcune delle varianti di maggior successo come i libri di Anita Blake di Laurell K Hamilton o di Jim Butcher.

Spesso è difficile farlo correttamente in TV e nei film, con alcuni dei migliori tentativi che corrispondono al film The Night Stalker e la sua continuazione seriale di un giornalista investigativo che si lancia in un mondo di mostri nascosto; film della HBO come Cast a Deadly Spell che vede HP Lovecraft come un detective in un moderno mondo di magia; il film russo Night Watch che vede magici immortali impegnati in un’eterna guerra fredda per le strade di Mosca; la serie televisiva crime cancellata Constantine, basata sui fumetti Hellblazer della DC Comics; e l’immortale Buffy the Vampire Slayer.

Fonte