Bruce Campbell contro i super-eroi ed i film pieni di effetti speciali

Come tanti sono fan di vecchia data di Bruce Campbell, quindi sono felice di leggere interviste come quelle fatte da io9 durante il Comic-Con di San Diego.

Campbell ha ricoperto molti ruoli nell’industria cinematografica, con crediti che abbracciano la recitazione, la produzione, la regia e persino la registrazione di effetti sonori.

Detesta anche un numero uguale di cose nell’industria cinematografica: soldi a Hollywood, costumi pesanti, proiezioni ecologiche eccessive e, a quanto pare, i supereroi. Potrebbe infatti essere l’unico produttore esecutivo che sembra risentire di quando gli consegnano un grosso budget.

Durante l’intervista il sito ha potuto discutere con Campbell della sua nuova avventura per Travel Channel, una rinascita di Ripley’s Believe It Or Not! – insieme ad un sacco di altri argomenti, tra cui Evil Dead, le insidie ​​del cinema e il motivo per cui Batman v Superman è stata – secondo lui – un’idea terribile.

A quanto pare Campbell non è un grande fan dell’interazione con le palline da tennis su uno schermo verde, come non è un grande fan di costumi super pesanti.

“Chi lo apprezzerebbe? Stavo dicendo a qualcuno di recente – attori che fatto ‘Oh, amico, vorrei poter essere in uno di quei film di supereroi. Amico, mi piacerebbe essere Mysterio’. Parlaimo di Mysterio quindi. OK. Congratulazioni. Sei Mysterio. Ecco il tuo costume e tu non puoi nemmeno fartelo sfuggire in qualche modo. Abbiamo una squadra per quello. Non ti preoccupare. Abbiamo tubi e cose del genere. Quindi indosseremmo questo abito davvero scomodo senza essere poi davvero da nessuna parte. Sei nel castello del re? Oh no, sei su quella sedia, dipinto di verde davanti a uno schermo verde e stai guardando esplodere quel castello.

Oh no, Oh no. Palla da tennis su un bastone. Ecco cosa stai guardando.”

Ha poi continuato citando anche il film della Warner:

“Perché ecco la differenza: nel primo film di Evil Dead, se avessi dovuto sparare da una finestra con un fucile, l’avremmo e averi sparato alla finestra con un proiettile. Indicando fuori dalla finestra avrei chiesto: ‘Tim dove sei? Agita il braccio’, e poi avrei continuato dicendo: ‘Non stare lì, non stare lì. Perché apriremo la finestra’. Anni dopo, facciamo Ash vs Evil Dead, uno show nuovo di zecca. Non c’è stato un momento… quello era un flash digitale, era una luce digitale interattiva sul mio viso e avrebbero prodotto un grande effetto, ma è diventato da visceralmente reale a completamente finto.

[…] Sai, gli effetti dovrebbero essere usati per raccontare una storia. Perché — ecco di cosa si tratta: i film di Evil Dead parlano di persone ignare senza poteri speciali e le cose che sono successe a loro. La sopravvivenza delle persone normali. E’ tutto ciò di cui hai bisogno. Un personaggio come Ash de La Casa può essere ucciso in ogni momento. Un incidente d’auto ed è morto.

Ma questi ragazzi che hanno questi poteri speciali da supereroe per me sono noiosi. Se non hai la kriptonite, allora – Batman v Superman. Concept stupido, davvero stupido. Non avrebbe mai dovuto essere realizzato. Superman può far girare la Terra al contrario, Batman no. Superman può volare. È l’uomo d’acciaio. Tutto quello che doveva fare è infilare una mano sull’esofago di Batman e la storia sarebbe finita. Quindi hanno speso un sacco di soldi prendendo in giro se stessi.”

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: