lunedì, Luglio 22, 2024
HomePersonaggiBryan Cranston contro Bob Iger: la rabbia è troppo forte, l'attore umilia...

Bryan Cranston contro Bob Iger: la rabbia è troppo forte, l’attore umilia il CEO Disney!

Le fiamme dell’ardente controversia nel regno del cinema e delle serie TV hanno trovato un nuovo combattente. Bryan Cranston, la star indiscussa di Breaking Bad, che ha scagliato un micidiale attacco verbale contro il CEO di Disney, Bob Iger. Le parole sono state lanciate dopo che Iger ha sminuito con disprezzo le richieste dei sindacati.

Cranston, noto per la sua eloquenza sia sullo schermo che fuori, ha preso posizione con un’intensità travolgente, mostrando il suo impegno per i diritti e le condizioni dei lavoratori dell’industria dell’intrattenimento. La sua dichiarazione ha suscitato un’ondata di ammirazione tra i fan, i colleghi attori e gli appassionati di cinema in tutto il mondo.

Il confronto tra Cranston e Iger è destinato a gettare una luce acuta sulle dinamiche dell’industria cinematografica e televisiva, esponendo le sfide affrontate dai professionisti del settore e il loro desiderio di essere trattati con giustizia ed equità. Sarà un’occasione unica per esplorare il lato oscuro di un mondo affascinante ma spesso controverso, e per mettere in risalto il coraggio di coloro che osano sfidare l’establishment per perseguire una visione più umana e rispettosa.

Bryan Cranston e Bob Iger: il botta e risposta completo è da non credere!

Il CEO di Disney Bob Iger ha detto che rispetta il diritto dei sindacati di provare a ottenere compensi più adeguati. Egli ha però espresso la necessità che i sindacati siano realistici. Essi dovranno tenere conto dell’ambiente di lavoro e di ciò che il settore può effettivamente offrire. Ha sottolineato che un’eccessiva richiesta avrà conseguenze dannose sull’intero settore, e le persone coinvolte ne subiranno le conseguenze. Inoltre, ha messo in luce come ciò avrà un impatto sull’economia di diverse regioni, a causa delle dimensioni delle attività coinvolte. Secondo lui, è davvero un peccato che una situazione del genere si verifichi.

L’attore ha prontamente ribattuto con un messaggio per il signor Iger. Ha riconosciuto il fatto che il CEO vedesse la situazione attuale sotto una luce completamente diversa e non si aspettava che potesse capirlo. Tuttavia, ha chiarito che lui e i colleghi erano lì per invitarlo ad ascoltarli e per fargli comprendere che il loro lavoro non sarebbe stato sostituito dai robot. Cranston ha poi dichiarato che non avrebbero permesso che il loro diritto di lavorare e guadagnare onestamente per vivere venisse loro portato via. La star ha affermatocon determinazione che sarebbero rimasti uniti fino alla fine.

La lapidaria risposta del CEO Disney

Bob Iger ha poi rivelato alla CNBC che comprendeva il desiderio dei sindacati di lavorare per conto dei propri membri al fine di ottenere il miglior compenso possibile e di avere un salario equo, basato sul valore che offrono, caratteristica che ogni sindacato possiede. Ha spiegato che come settore erano riusciti a negoziare un accordo vantaggioso con il sindacato dei registi. Tuttavia, ha rivelato che volevano fare lo stesso con gli sceneggiatori e avrebbero gradito che accadesse anche con gli attori.

Iger ha notato con preoccupazione che gli attori hanno un livello di aspettative che semplicemente non è realistico e ciò sta aggiungendo ulteriori sfide a quelle già affrontate, situazione che, secondo lui, è dannosa per l’intero settore.


RELATED ARTICLES
- Advertisment -

Ultime News

Recent Comments