Bryan Singer spiega il colpo di scena alla fine di Giorni di un Futuro Passato

Sin da quando, nel 2014, è uscito X-Men: Giorni di un Futuro Passato, i fan hanno speculato su uno dei colpi di scena irrisolti che compare verso il climax del film. Alla fine il regista di X-Men, Bryan Singer, ha offerto alcuni chiarimenti su ciò che è accaduto fra il colonnello Stryker e Wolverine alla fine del film.

Dopo lo scontro tra le Sentinelle controllate da Magneto e gli X-Men, i fan hanno visto Stryker estrarre Wolverine dall’acqua. Ma la cosa che balzò alla vista, vedeva gli occhi di Stryker lampeggiare di giallo come chiaro indicatore che quello fosse in realtà Mystica, nelle sembianze del colonnello. Molti sono rimasti confusi dalla scena, sopratutto su come ciò influenzi la sequenza temporale all’interno dell’universo cinematografico della Fox.

Quando X-Men: Apocalisse è uscito i fan sono stati ancora più confusi nel vedere Mystica prodigarsi per salvare mutanti in tutto il mondo, e Stryker di nuovo responsabile del programma Arma X con Wolverine in custodia. Per fortuna, il regista Bryan Singer ha letto la domanda di chiarimenti su Reddit ed ha così risposto tramite il suo account Instagram.

Singer ha quindi spiegato, pubblicando una foto del cast di Giorni di un Futuro Passato, che il colpo di scena è stato inserito a completamento quasi ultimato, ed è servito come un modo per mostrare il cammino di Mystica da cattiva a combattete per la libertà mutante.

Riguardo a ciò che è avvenuto in Giorni di un Futuro Passato, questa non offre una spiegazione chiara ma consente ai fan di interpretare meglio la situazione. Volendo speculare quindi, immaginiamo che la scena serve a far comprendere che Mystica ha tentato di salvare Logan, fallendo, ma più probabilmente la sequenza non è un colpo di scena, bensì un modo per farci capire come, da li in poi, Mystica si sia nascosta sotto diverse mentite spoglie per via del fatto che il suo volto ormai è conosciuto da tutto il mondo.