Bumblebee: Travis Knight riflette sul finale e sul sequel in sviluppo

Con i piani per un sequel diretto di Bumblebee, il regista del film non esclude la possibilità di riunire l’Autobot con la Charlie di Hailee Steinfeld.

Un sequel è in fase di sviluppo, e la sceneggiatrice Christina Hodson sa cosa vuole fare con esso, ma il film si è concluso in modo abbastanza definitivo, interrompendo la partnership tra Bumblebee e Charlie e lasciando andare il transformer incontro al suo destino.

Alla domanda se si sia pentito di questa decisione, Knight ha ammesso che è stato triste, ma che è sicuro che sia stata la mossa giusta per il film.

“Sono sicuro che una mente creativa potrebbe inventare un modo per riunirli, ma questo è sempre stato incredibilmente importante per me nel film, anche se si colloca in un contesto più ampio di mitologia e fumetti, cartoni animati e film. Questo film è autonomo e vive da solo.

Ha avuto un inizio, una parte centrale e una finale con una risoluzione adeguata, e così mentre stavo interrompendo la relazione tra questi due personaggi non mi sono detto che c’era altro modo per finirla. Doveva finire con la loro separazione. Riguarda una di quelle relazioni che ti cambiano per sempre, quelle in cui qualcuno entra nella tua vita e cambia fondamentalmente la tua traiettoria per farti andare avanti. Lui ha la sua missione da compiere, e lei ha la sua vita che deve vivere. Si sconvolgono e cambiano le vite a vicenda, ma poi devono separarsi, e quella era la storia che volevo raccontare. Anche se mi piace vederli insieme, ed ero triste quando li ho fatti separare, era una cosa che doveva essere fatta. Era fondamentale per ciò che questo film è.”

Anche se Bumblebee ha aperto con l’incasso più basso rispetto a qualsiasi altro film di Transformers, ha ottenuto un punteggio su Rotten Tomatoes del 50% più alto di tutti gli altri, e i fan di lunga data hanno elogiato il film per aver introdotto un nuovo tono al franchise, oltre che un lato tecnico praticamente perfetto.

Purtroppo il film ha cominciato la propria corsa al box-office durante il fine settimana di Natale, al fianco di Aquaman e Mary Poppins Returns, quindi c’erano poche possibilità che si aprisse con più di 100 milioni di dollari e guadagnasse un miliardo. Tutto sommato però, ha raggiunto i 466 milioni di dollari a livello globale.

Fonte