Captain Marvel: i registi comparano il film ad un buddy-movie

Diventa un nostro supporter!Diventa un nostro supporter!

Captain Marvel si preannuncia come qualcosa di speciale, e potremmo rimanere sorpresi che i registi lo paragonino ad un cult molto famoso come Arma Letale.

Il debutto del Capitano avverrà in pochi mesi e, come visto nei trailer, c’è un generale senso di divertimento e spensieratezza, ma anche di serietà e il riscoprire se stessi, ed una trama che si svolge a metà nello spazio e sulla Terra. Per i registi Anna Boden e Ryan Fleck, è stato importante mantenere il senso dell’umorismo per tutto il film, ma anche mantenere alta la posta in gioco, qualcosa che è stato realizzato grazie al team-up fra Carol e Nick Fury.

“Ci siamo avvicinati a questo film come se al centro di ci fosse il mistero dell’auto-realizzazione per Captain Marvel”, ha detto Boden a Fandango. “E’ giocoso, ed ha quel tipo di atmosfera da buddy-movie fra Captain Marvel ed il personaggio di Nick Fury che è stata davvero un’importante monito per noi.

Sì. Come nei film degli anni ’80 e ’90, come 48 ore o Arma Letale”, ha detto Fleck. “Abbiamo un po’ di quelle atmosfere. Quei film, anche quelli seri, hanno un senso dell’umorismo davvero terrificante, e volevamo mantenerlo anche in questo.”

Come visto dai trailer, e dal nuovo spot di stamattina, si può già dire che Danvers e Fury svilupperanno probablmente un legame d’amicizia sin dai primi attimi, contribuendo a mostrare un altro lato rispetto al Fury pragmatico e misterioso.

Parlando di Fury, i fan vedranno un giovane Nick Fury prima di diventare direttore dello SHIELD. Con la CGI per de-invecchiare Samuel L. Jackson, si può pensare che la cosa sia risultata complicata, ma il processo non lo è stato come avrebbe potuto essere.

“No, non c’è davvero alcuna differenza”, ha detto Fleck. “Voglio dire, Sam Jackson sembra incredibile per un ragazzo che ha appena compiuto 70 anni. Il modo tradizionale di fare questo processo è che devi avere un doppio più giovane, fondamentalmente in ogni setup, che fondamentalmente esegue la scena dopo l’attore, e prendi pezzi del suo volto e lo metti sull’attore. Fortunatamente, abbiamo fatto test e molta preparazione, e ci siamo resi conto che non dovevamo farlo con Sam, perché appariva già bene. Ci ha davvero permesso di lavorare più velocemente. Questo ci avrebbe davvero rallentato. Non abbiamo incasinato il ritmo delle riprese con l’attesa di ogni setup per eseguire nuovamente la scena con un altro attore. Non gli abbiamo dovuto far fare niente di troppo diverso.”

Infine Boden ha concluso dicendo:

“Penso che il pubblico dimenticherà che in realtà è un uomo di 70 anni circa cinque minuti prima della sua apparizione in questo film, e si concentrerà solo sul viaggio di questo giovane Nick Fury, su ciò che sperimenta nel conoscere la vita aliena per la prima volta. Siamo così abituati a un Nick Fury che ha visto tutto, e questa è la prima volta che lo vede.”

Il film è diretto da Anna Boden & Ryan Fleck, e le riprese si sono svolte nei primi mesi del 2018. Ben Mendelsohn è stato in trattative per il ruolo dell’antagonista principale, Samuel L. Jackson parteciperà nel ruolo di un giovane Nick Fury e Jude Law era (a quanto pare) in trattative per interpretare Mar-Vell, ma ora non sappiamo chi interpreterà.

A curare la sceneggiatura sono presenti Nicole Perlman e Meg LaFauve, che racconterà di Carol Danvers, pilota dell’esercito degli Stati Uniti il cui DNA si fonde con quello di un alieno facente parte della razza dei Kree a seguito di un incidente. La fusione con l’alieno la rende fortissima, capace di volare e emettere raggi di energia. Dati i villain, ovvero gli Skrull, la pellicola potrebbe mostra la famosa mitologia della guerra Kree/Skrull.

Captain Marvel è programmato per uscire l’8 marzo 2019.