Chad Stahelski ha parlato delle complicazioni di lavorare con proprietà pre-esistenti come quelle Marvel

Chad Stahelski è stato molto sincero riguardo al suo desiderio di portare Blade sul grande schermo. Due anni fa, il regista di John Wick ha detto che gli sarebbe piaciuto dirigere l’inevitabile riavvio del Diurno, e ora ha detto di aver incontrato i Marvel Studios e di aver detto loro che voleva dirigerlo.

Anche se da allora la produzione ha assunto Bassam Tariq, sembra che le opzioni personali di Stahelski per la House of Ideas non siano finite.

Come sapete di recente la Marvel ha annunciato un progetto che sembra nato per scene d’azione al cardiopalma, Daredevil: Born Again. Di recente Comicbook ha incontrato Stahelski per parlare di Day Shift di Netflix, un film che ha prodotto sotto con la sua etichetta 87eleven, e gli hanno chiesto se L’Uomo senza Paura lo intrigasse.

“Per quanto riguarda Daredevil, è la stessa cosa”, dice Stahelski, riguardo l’essere costretto ad adattare una proprietà intellettuale esistente. “È come se fossi stato letteralmente liberato dal guinzaglio per nove anni, con la libertà di fare quello che voglio. E se voglio che John Wick vada nel fottuto spazio in [John Wick: Capitolo 5], andrà a fottuto spazio.”

Il regista si è affrettato a sottolineare i pericoli dell’adesione a una IP massiccia come il Marvel Cinematic Universe.

“E’ una sfida per il regista. I fan vogliono che realizziamo qualcosa che si adatti a ciò che hanno visto prima. Quindi vogliono qualcosa di un po’ nostalgico, un po’ che sovverte abbastanza da essere diverso e nuovo. Questo pretendono, qualcosa che sia al contempo nuovo ma familiare”, aggiunge il regista prima di concludere: “Come puoi fare una cosa del genere con 50 proprietà diverse? Farai di sicuro un pasticcio. Non difendo nessuna delle due parti, è solo molto complicato quando hai a che fare con IP esistenti, in particolare qualcosa di enorme come un fumetto super-eroistico vecchio di 75 anni o una fanbase vecchia di un tot.”

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: