Chris Terrio si scaglia contro la Warner e la mancanza di un piano per il DCEU

La Zack Snyder’s Justice League è arrivata su HBO Max il mese scorso e il pubblico è rimasto molto soddisfatto del risultato.

Leggi anche: RECENSIONE – Zack Snyder’s Justice League

Dopo anni passati a sostenere la Snyder Cut, i fan del DCEU non hanno rallentato e da allora hanno iniziato una nuova campagna, Restore the Snyderverse. Snyder aveva alcune grandi idee per i suoi sequel di Justice League come portare in scena i Nuovi Dei e uccidere Batman, ma non ci sono piani per continuare quella visione. In effetti, sta diventando sempre più ovvio che la Warner Bros. non ha mai avuto un piano chiaro per il franchise.

Durante una recente intervista con Vanity Fair, lo scrittore del film, Chris Terrio, ha parlato delle difficoltà di scrivere Justice League e ha affrontato il fatto se il presidente della Warner Bros., Kevin Tsujihara, avesse imposto che il film “durasse meno di due ore e fosse più comico”.

“Sì, è quello che ho sentito anche io,” ha condiviso Terrio. “Non ho mai avuto nessun contatto diretto con lui. Tsujihara, per quanto ne so, e il capo che ha deciso l’ordine dei film. Non sono stato consultato, anche se ero la persona che stava scrivendo Justice League. Hanno semplicemente stabilito che sarebbe stato Batman / Superman, poi Wonder Woman, poi Justice League e infine Aquaman. Quindi non si è mai pensato a come fosse costruito il mondo prima di emettere questo editto. La sceneggiatura di Wonder Woman non era nemmeno finita quando ho scritto Justice League. Quindi non avevo basi per scrivere Wonder Woman a parte Batman [contro] Superman. Themyscira non esisteva nemmeno. Non mi è mai stato mostrato nulla. Non sapevo se le persone potessero parlare sott’acqua. Era una cosa che dovevo chiedere perché non sapevo se potevo fare scene sott’acqua con Aquaman e Atlantide. Era tutto da zero perché lì non c’erano film solisti per i personaggi, quindi Justice League era necessario per dare forma a tre dei personaggi principali; doveva creare una mitologia per l’Universo DC. Doveva resuscitare Superman, perché era morto alla fine dell’ultimo film. Non so come abbiano pensato di fare tutto questo in meno di due ore. La versione del 2017 ha dimostrato che non si poteva.”

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: