Christian Bale a proposito di un 4° film de Il Cavaliere Oscuro

Nella sua decennale carriera, l’attore premio Oscar Christian Bale ha subito drammatici cambiamenti di peso per interpretare una varietà di ruoli.

Uno di quelli più noti ovviamente al grande pubblico è quello di Bruce Wayne nella trilogia de Il Cavaliere Oscuro di Christopher Nolan, celebre saga molto amata dai fan della DC Comics, ma anche in generale dai fan del buon cinema.

Guardando indietro a quella trilogia, grazie ad un’intervista col Toronto Sun, possiamo leggere alcune interessanti dichiarazioni di Christian Bale a proposito in progetto che in molti hanno sempre creduto fosse in ballo dopo la fine di Il Cavaliere Oscuro – Il Ritorno, ma che in realtà non ha mai avuto luogo.

Guardando indietro a quella trilogia, Bale immaginava che ciò che lui e Nolan avrebbero realizzato nel reinventare il genere cinematografico ispirato ai fumetti in modo così duraturo?

“Sapevamo che dovevamo reinventarlo. Ho letteralmente fatto ridere le persone quando ho detto loro che stavamo facendo un nuovo tipo di Batman. Penso che il motivo per cui ha funzionato sia stato innanzitutto l’approccio di Chris. Inoltre, non siamo mai stati arroganti nel ritenere di avere un’opportunità al di là di un film alla volta. È qualcosa di cui Chris parla sempre. Diceva: ‘Ecco. Stiamo realizzando un film. Questo è tutto ciò che abbiamo’.

Poi quando sono venuti e hanno detto: ‘Vuoi farne un altro?’. È stato fantastico, ma dopo abbiamo detto ancora: ‘Ecco. Non avremo un’altra opportunità’. Poi vennero e dissero: ‘OK, facciamo un terzo.

Chris mi aveva sempre detto che se avessimo avuto la fortuna di poterne fare tre allora ci saremmo fermati. Poi quando inevitabilmente vennero da noi e dissero: ‘Che ne direste di un numero 4?’, io dissi: ‘No. Dobbiamo attenerci al sogno di Chris, che è sempre stato quello di fare una trilogia. Non è bene allungare troppo e diventare troppo indulgenti andando avanti con un quarto’.

Ecco perché noi, io e Chris, ci siamo allontanati. Dopo di che sono stato informato che i miei servizi non erano più necessari [ride].”