Colin Trevorrow si dice “traumatizzato” dal fatto di non essere riuscito a dare vita al suo film di Star Wars

Il regista Colin Trevorrow parla del crepacuore provocato dal non essere in grado di farcela a dare vita al suo Star Wars Episodio 9.

Leggi anche: l’archivio delle varie notizie inerenti al film di Colin Trevorrow 

Scelto inizialmente per dirigere il capitolo finale della trilogia sequel, Trevorrow era nel mezzo della stesura della sceneggiatura del film quando Lucasfilm annunciò che il regista stava uscendo dal progetto a causa di divergenze creative e alla fine fu sostituito da JJ Abrams. Mesi dopo l’arrivo in sala de L’Ascesa di Skywalker, Trevorrow si aprì su ciò che accadde in quel periodo, ammettendo che perdere quel lavoro fu davvero deludente.

La produzione di Star Wars 9 è stata ostacolata da una serie di problemi. A parte l’enorme pressione di consegnare l’episodio finale della trilogia sequel e della saga degli Skywalker nel suo insieme, le cose sono diventate più complicate dopo la morte prematura di Carrie Fisher – la cui Leia avrebbe dovuto essere al centro della narrazione del trequel. Sfortunatamente, L’Ascesa di Skywalker ha diviso i fan, con la maggiorparte che lo ha definito una grande delusione, facendo sì che i fan si chiedessero come sarebbe stato il film se Trevorrow fosse rimasto alla regia.

Per quanto riguarda il regista, anche lui è rimasto deluso dal fatto di non essere stato in grado di dare vita al suo Star Wars Episodio 9, e l’ha rivelato parlando durante il panel “Director on Directing” durante l’evento Comic-Con At Home in corso. Trevorrow si è aperto sull’intera esperienza dicendo che era stato “traumatico” per lui il venir allontanato, dopo aver versato così tanto amore personale nel film.

“È stata solo un’esperienza che ovviamente puoi immaginare, e per sua stessa natura può arrivare al punto di essere definita traumatica, sopratutto quando c’è qualcosa a cui tieni così tanto e dove hai investito molto. Ma questa è una delle cose che accetti quando assumi un ruolo in un film del genere, soprattutto quando diventi un narratore: ci saranno momenti che ti spezzeranno il cuore, ci saranno delusioni schiaccianti e ci saranno vittorie. Alla fin fine speri che tutto trovi un equilibrio.”

Poco dopo L’Ascesa di Skywalker, una serie di informazioni sul film di Star Wars mai realizzato di Trevorrow, intitolato “Duel of the Fates“, sono arrivate online. Queste includevano una versione della sua sceneggiatura che ha dato ai fan un’idea di come si sarebbe sviluppato il film.

Curiosamente, molti hanno preso ha pensare (noi compresi) che ciò che Trevorrow stava progettando fosse molto meglio di quello che sarebbe finito per essere parte del canone. Certo, è difficile affermare definitivamente che sarebbe stato un film migliore de L’Ascesa di Skywalker, considerando che si trattava solo si una bozza di sceneggiatura e che sicuramente sarebbe passato attraverso una serie di riscritture e riprese aggiuntive – come di consueto con questo tipo di grandi film – per non parlare del fatto che le cose possono cambiare durante lo sviluppo della sceneggiatura.

Tuttavia, prendendo in esame esclusivamente ciò che è trapelato grazie alla bozza ed ai concept art, ci sono persone che sono convinte che sia una storia più coerente di quella che ha colpito i cinema, più rispettosa de Gli Ultimi Jedi (il miglior capitolo di questa trilogia) e in linea con la narrazione generale.

Fonte

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: