Community: Peacock ha ordinato il film basato sulla commedia di Dan Harmon

Stappate lo champagne: forse non è la linea temporale più oscura dopo tutto, poiché il motto “sei stagioni e un film” sta finalmente diventando realtà.

Peacock ha ordinato un film basato sulla commedia di Dan Harmon, Community, che prevederà il ritorno delle star originali Joel McHale, Danny Pudi, Alison Brie, Gillian Jacobs, Jim Rash e Ken Jeong.

Senza condividere i dettagli, Peacock e Sony Pictures TV, che hanno annunciato insieme il via libera venerdì, hanno descritto i negoziati con Peacock per assicurarsi il film come “fortemente competitivo”. Come parte dell’accordo, Peacock ha anche acquisito diritti non esclusivi sull’intera serie di Community lunga sei stagioni, che può essere trovata anche su Netflix e Hulu.

Il creatore di Community, Dan Harmon, è dietro il film come produttore esecutivo e sceneggiatore, insieme ad Andrew Guest. McHale è anche EP, così come Russ Krasnoff e Gary Foster.

“Sei stagioni e un film è iniziato come una battuta sfacciata delle prime stagioni di Community, e ha rapidamente acceso un appassionato movimento da parte dei fan che hanno richiesto a gran voce il completamento di quell’obbiettivo”, ha affermato Susan Rovner, presidente dei contenuti di intrattenimento di NBCUniversal Television e Streaming. “Siamo incredibilmente grati che 15 anni dopo, siamo finalmente divenuti in grado di offrire ai fan questo film da tempo promesso, e non vediamo l’ora di lavorare con Dan Harmon, Andrew Guest, Joel McHale, Sony e i nostri partner di UTV.”

Ulteriori dettagli, tra cui un regista e una data stimata per la prima, non sono stati ancora condivisi. Senza risposta è pure la domanda se altri membri chiave del cast, tra cui Yvette Nicole Brown e Donald Glover, faranno ritorno. Probabilmente è sicuro dire che Chevy Chase, che ha litigato con gli sviluppatori dello spettacolo, non tornerà.

Community ha fatto un bel giro sulle montagne russe durante la sua run originale tra il 2009 e il 2015. Lo spettacolo è stato lanciato nell’autunno del 2009 sulla NBC, dove è vissuto perennemente in una bolla. Presentato come una commedia su estranei che si legano in un gruppo di studio di un community college, lo spettacolo è presto diventato un esperimento per decostruire la forma della sitcom, guadagnandosi il plauso della critica e una fedele fanbase.

Dopo la terza stagione, la NBC e la Sony, preoccupate che Community non avesse attirato abbastanza pubblico mainstream, hanno licenziato Harmon e portato nuovi produttori esecutivi. Ma dopo che la stagione 4 (soprannominata la “stagione delle fughe di gas”) ha alienato i fan, Harmon – grazie alle pesanti pressioni di McHale e del resto del cast – è stato reintegrato. Tuttavia, dopo anni passati a ballare intorno alla cancellazione, la NBC ha finalmente staccato la spina a Community alla fine della quinta stagione. Ma quella non è stata la fine. La Sony ha presentato una sesta stagione al suo streamer, l’allora sorella, supportato dalla pubblicità, Crackle, così come a Hulu, che deteneva i diritti di streaming dello spettacolo. Ma nessuno di questi punti vendita l’h fatto funzionare finanziariamente. Poi è arrivato Yahoo! Screen, che ha promesso 13 episodi al precedente prezzo di $ 2 milioni per episodio.

È stato positivo per Community, ma non tanto per Yahoo!, che ha realizzato che il suo investimento ha superato di gran lunga le entrate derivanti dallo spettacolo. Entro la fine della sesta stagione (e dopo un totale di 110 episodi), Community si è concluso per sempre, e Yahoo! Screen ha chiuso i battenti. Ma quell’accordo alla fine ha reso realtà la prima metà della ironica profezia dello show: “sei stagioni e un film”. Quella frase è stata pronunciata per la prima volta da Abed (Pudi) nell’episodio della seconda stagione “Paradigms of Human Memory”.

“Community era anni luce in anticipo sui tempi quando è stato presentato in anteprima sulla NBC nel 2009, e siamo entusiasti di tornare di nuovo con le brillanti menti di Dan Harmon, Andrew Guest e questo cast impeccabile”, ha affermato Jason Clodfelter. “Siamo grati a Peacock, ai nostri partner di UTV e a tutti i fan zelanti che hanno adorato questo spettacolo iconico.”

Il presidente della Universal TV Erin Underhill ha aggiunto: “Questo franchise è la definizione stessa di comunità. Siamo entusiasti di riunire la band e continuare il viaggio di questi amati personaggi”.

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: