CONSIDERAZIONI – Outcast 2×04 “Nessuna redenzione”

1) Andiamo avanti con Outcast nella speranza che possa divenire quella serie horror che spero diventi un giorno. Nelle ultime due puntate queste mie speranze erano state rafforzate, ma con questa quarta puntata sono morte un’altra volta. Nella seconda e terza avevamo visto dei momenti abbastanza crudi, degni di una buona serie horror, e in questa puntata c’era un’occasione d’oro per dar vita ad una scena che potesse davvero colpire lo spettatore, ma niente. Non colpisce nonostante si tratti della morte di Patricia per mano del figlio, Aaron. Quando Kyle e Anderson sono entrati in casa sua e si intravedevano le pareti sporche di sangue ho pensate “Oh! Dai che magari Aaron ha commesso un omicidio efferatissimo e ha sporcato di sangue tutta la stanza”. Niente del genere, Patricia presenta solamente un taglio alla gola da cui fuoriesce parecchio sangue col quale Aaron ha dipinto una stella satanica sul muro. Ammetto che il simbolo dipinto col sangue mi ha colpito un in certo modo, ma si poteva fare molto meglio. Si poteva mostrare Patricia squartata o cose simili, così da rendere Aaron ancor più mostruoso. Ma niente.

2) Aaron come personaggio mi ha colpito molto, perché finora avevamo visto delle aggressioni o degli omicidi commessi da persone possedute, ma in effetti Aaron ha ucciso la madre anche se non è posseduto. Quindi ciò lo rende il personaggio più malvagio della serie. Sidney alla fine è il demone a capo di tutto e vabbè, è nella sua natura essere malvagio, ma Aaron ha ucciso sua madre senza avere un demone nel suo corpo, ma solamente perché lei aveva stretto un rapporto col Reverendo Anderson. Anche se ancora devo capire per quale motivo stia dalla parte di Sidney, ma spero in un approfondimento futuro. Ovviamente continua tutta la storia di Megan e la figlia Holly che reagiscono alla morte di Mark per mano della posseduta Megan. Ragazzi, io non riesco a sopportare l’ennesima scena in cui Holly dice “Sei tu ad averlo ucciso!” e Megan che risponde piangendo “E’ stato un incidente!”. Cioè, basta, portate avanti il loro rapporto, tutte ste scene le abbiamo viste e riviste in tonnellate di film e serie tv. Però devo ammettere che mi piace particolarmente la paura di Holly in una nuova possessione di Megan, che come sappiamo non è un’eventualità da scartare.

3) Finalmente si fa più luce sul passato di Kyle e del ruolo che ha svolto il padre nella lotta contro i demoni. In effetti per ora il padre di Kyle ci era stato dipinto solamente il solito stronzo che abbandona la famiglia; ma se fosse stato spinto a lasciarla? Se se ne fosse andato perché sennò la sua famiglia sarebbe stata in pericolo? Se se ne fosse andato perché la moglie lo credeva pazzo quando lui cercava di spiegarle la pura verità? Le teorie sono moltissime e sono molto curioso nel vederle approfondite più in là. Vorrei tanto nel vedere proprio delle scene in cui vediamo Kyle da piccolo e il rapporto col padre. Avevamo già visto moltissime scene con Kyle da piccolo nella prima stagione, ma tutte riguardavano la possessione della madre, mentre in questo caso vorrei vedere proprio com’era la famiglia prima che il padre se ne andasse. Sarebbe davvero figo. Magari potrebbero spiegare se tutti i discendenti dei Barnes abbiano il potere di contrastare i demoni, cosa che sembra essere veritiera.

Voi che ne dite? Vi sta piacendo la serie? Ammetto che con questa puntata temo che la serie non si possa salvare, speravo di poterla considerare almeno una serie carina e godibile, ma vi giuro che nella visione di questa quarta puntata mi stavo per addormentare. E vi assicuro che non mi addormento mai, e poi mai nel vedere una serie tv o un film.

Qui di seguito potete acquistare la prima stagione di Outcast.

[amazon_link asins=’B01MZ0S2JN,B01MU3KNRV’ template=’ProductCarousel’ store=’cinespression-21′ marketplace=’IT’ link_id=’ae58d553-31ad-11e7-8c4e-69d111d37c5a’]

Andrea D'Eredità

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: