CONSIDERAZIONI – Twin Peaks 3×12 “Il Ritorno Parte 12”

1) Sempre qua cari lettori, sempre qua nel cercare di capire al meglio i misteri di questa inquietante terza stagione di Twin Peaks. La scorsa puntata è stata davvero fantastica sotto tutti i punti di vista, ma soprattutto ci ha dato delle notevoli soddisfazioni personali. Con questa 3×12 invece, David Lynch ha voluto fare il bastardo e tenerci sulle spine, anche se ha rivelato delle cose a dir poco importanti. In primo luogo si deve discutere assolutamente di questo: finalmente dopo anni e anni sappiamo che cos’è il caso Blue Rose, la Rosa Blu. A inizio episodio vediamo riuniti in una stanza Albert, Gordon e Tammy e ultimamente quest’ultima ha dato grande prova di sé come agente dell’FBI, tant’è che Albert le rivela che cos’è la Rosa Blu. In pratica la Rosa Blu non è un caso o chissà cosa, ma è una task force speciale il cui scopo era quello di indagare su eventi fuori dal comune. La squadra era capitanata da Phillip Jeffries, personaggio importantissimo nella mitologia della serie, visto in Fuoco Cammina Con Me ed interpretato da David Bowie. Jeffries all’interno della squadra fece entrare Albert, Cooper e Chet Desmond. Di questi quattro agenti tre sono scomparsi in circostanze più che misteriose. Jeffries lo abbiamo visto apparire e subito dopo scomparire in Fuoco Cammina Con Me, Cooper sappiamo bene dov’è , ma Chet Desmond? Chi è? Desmond è l’agente dell’FBI mandato da Gordon per indagare sul caso dell’omicidio di Teresa Banks, anch’essa collegata con Bob e Laura Palmer, come vediamo all’inizio di Fuoco Cammina Con Me e poco dopo Desmond scompare nei pressi di un traliccio elettrico, quello con lo stesso numero seriale visto nella 3×05 e che si trova nel residence di roulotte di Carl. Poco dopo Cooper troverà la sua macchina con sopra scritta la celebre frase ‘Let’s Rock’, recitata dal Nano nella 1×08 ma ripetuta da Diane in questa puntata! Insomma, con questa rivelazione Lynch ha sollevato un grandissimo polverone e dato che quasi tutti gli agenti di questa task force sono scomparsi Gordon ha cercato di non entrarci per nessun motivo, eppure Tammy ha accettato di farne parte senza pensarci. Questo ci mostra quanto Tammy sia determinata, forte e coraggiosa e son sicuro che sarà fondamentale per la risoluzione di molti misteri. Ciò distrugge per fortuna tutti i sospetti che aveva sul suo conto, mentre sono ancora ben saldi quelli riguardo Diane e la sua collaborazione con il Cooper malvagio. Difatti la vediamo ancora una volta messaggiare con il Cooper malvagio il quale chiede se hanno già chiesto di Las Vegas. Cosa ancora più importante, avevamo visto Diane memorizzare le coordinate nella 3×11, quelle impresse sul braccio di Ruth Davenport, e scopre che questi numeri indicano un luogo ben preciso: Twin Peaks. Quindi che stiano finalmente per tornare a Twin Peaks? Ma soprattutto: cosa troveranno una volta giunti lì?

2) Torniamo nella piccola e “calma” cittadina di Twin Peaks e vediamo al centro di una potente e inquietante scena Sarah Palmer, madre di Laura e ancora una volta interpretata da una provata e sempre tormentata Grace Zabriskie. Sarah sta facendo la spesa ma quando deve pagare la presenza di carne affumicata che un tempo non c’era la fa uscire totalmente di testa e sembra quasi che abbia due personalità. Sarah, con una colonna sonora da pelle d’oca (Hollywood dovrebbe far comporre a Badalamenti tutte le colonne sonore dei prossimi film horror), inizia a impazzire dicendo che anni fa le è successa una cosa e che degli uomini stanno arrivando. Dopodiché, se ne va. Tutti noi sappiamo bene cosa le è successo anni e anni fa, e la cosa bella è che David Lynch riesce a farci capire quanto la faccenda tormenti ancora moltissimo Sarah. Quando Hawk si reca a casa sua per controllare come sta, la casa ha un’aria spettrale, morta, spenta, con l’iconico ventilatore in cima alle scale che continua a girare in modo ipnotico, come se il tempo tra quelle mura si fosse fermato al 1990. Chi sono, però, gli uomini di cui parla Sarah? Potrebbero essere chiunque, in primis potrebbero essere i Boscaioli visti nella 3×08 e anche nella 3×11 con la visione di Gordon. Potrebbero essere anche Gordon e la sua squadra che FORSE arriveranno a Twin Peaks molto presto con le coordinate sul braccio di Ruth Davenport, oppure potrebbero essere il Cooper malvagio e i suoi scagnozzi, ovvero Chantal e Butch, i personaggi interpretati da Jennifer Jason Leigh e Tim Roth, i quali li ritroviamo in questo episodio mentre uccidono il direttore della prigione del South Dakota come ordinato da Cooper malvagio tempo addietro. Purtroppo però non abbiamo visto andare avanti la questione di Dougie/Cooper o del Cooper malvagio, e quindi non abbiamo visto Kyle MacLachlan all’opera. Purtroppo Lynch stavolta si è voluto soffermare su ben altre questioni ma confido che presto verremo a capo della vicenda di Dougie/Cooper. 

3) Finalmente ragazzi. Dopo settimane e settimane finalmente è tornata. Audrey Horne è finalmente apparsa! Oooh, che bella cosa, non vedevo l’ora di rivedere il personaggio sul grande schermo. Sherilyn Fenn è finalmente riapparsa come Audrey Horne, e lasciatemelo dire sembra quasi che gli anni non l’abbiamo toccata. O meglio, la Fenn è sicuramente invecchiata, ha comunque 52 anni ormai, eppure sembra che il personaggio non lo sia. Il suo sguardo, il suo modo di fare arrogante e cazzuto, il suo sorriso che sembra riportarla al 1990 la rende la stessa Audrey che abbiamo conosciuto nelle prime due stagioni. MA! C’è un enorme “MA” riguardo il personaggio. Nella scena in cui è protagonista la vediamo parlare con Mike, un uomo affetto da nanismo e che sembra essere suo marito, ma per contratto. Ora cosa sia questo contratto non ne ho la minima idea e chissà cosa c’è dietro questa faccenda, fatto sta che Audrey deve cercare un certo Billy e inizia a fare tantissimi nomi che noi spettatori non abbiamo mai sentito nominare. Allora Mike, su ordine di Audrey, chiama Tina, la donna che dovrebbe aver visto per l’ultima volta questo Billy e nella telefonata questa sembra aver rivelato qualcosa di sconvolgente, ma Mike non lo vuole rivelare a Audrey. Lynch con la scena della telefonata è riuscito a creare una situazione di suspense e ansia impressionante, con noi spettatori che vogliamo sapere a tutti costi cos’ha detto questa Tina senza però venir soddisfatti. Speriamo di esserlo nei prossimi episodi.
C’è però un’altra questione importante riguardo Audrey, ma si tratta più di una fan-theory. Prima della sua apparizione abbiamo visto un dialogo tra lo sceriffo Frank Truman e Ben Horne riguardo la morte del bambino per mano di Richard e della sua aggressione verso Miriam Sullivan, unica testimone del fatto sopravvissuta per miracolo e ora tenuta in terapia intensiva per essere operata. Dato che in America gli ospedali costano e Miriam non è assicurata, Frank chiede gentilmente a Ben se può pagare lui le spese mediche e accetta seduta stante, colto dal terribile dispiacere nel sentire che suo nipote ha commesso tali azioni. E qui c’è da tener d’occhio una cosa. Come ho appena detto Miriam è tenuta in terapia intensiva nell’ospedale di Twin Peaks, nella stessa zona dove era tenuta Audrey quando era in coma. Ben quando chiede SPECIFICATAMENTE se Miriam era nella terapia intensiva del loro ospedale subito si rattrista e sceglie di incaricare la sua segretaria per versare i soldi. Quindi ecco la domanda che molti si sono fatti e che mi faccio anch’io: Audrey è davvero uscita dal coma? Voglio dire, è stata coinvolta in una grandissima esplosione e potrebbe essere che sia ancora in coma da ben 25 anni. Però mi chiedo se una donna in coma possa partorire, altrimenti Richard non poteva nascere. Quindi se Audrey fosse davvero ancora in coma allora tutta la scena con lei protagonista sarebbe un suo sogno, una sua visione. Oppure si è davvero svegliata e noi fan dobbiamo andarci piano con queste fantasie.

Insomma, come al solito una grande puntata. Twin Peaks è un grande e immenso puzzle che pian piano sta prendendo forma, eppure questa risulta sempre confusa e irrisolta. Ormai mancano solo 6 episodi per la fine della stagione e probabilmente dell’intera serie. Cos’ha in serbo Lynch per il gran finale?

Qui di seguito potete acquistare l’home video delle due stagioni passate e del film prequel Fuoco cammina con me.

[amazon_link asins=’B01LTHLPLK,B01LTHLPL0′ template=’ProductGrid’ store=’cinespression-21′ marketplace=’IT’ link_id=’29f547ba-4a02-11e7-a4af-a358b2999def’]

 

Andrea D'Eredità

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: