Cosa significano gli accrediti come produttore per Zack Snyder?

Nonostante il DC Extended Universe stia tracciando un nuovo percorso, pronto ad allontanarsi dai piani originali di Zack Snyder, il suo nome figura negli elenchi dei produttori in diversi film. Naturalmente Wonder Woman 1984, ma oggi parliamo di Aquaman.

Per un fan del demiurgo della DC cinematografica moderna, non è difficile cogliere queste informazioni ed estrapolarne una prova di come la relazione fra il regista e l’universo non è finita. Mentre è vero che la sua influenza ancora si percepisce nei nuovi film, questa evidenza di ruolo non è un segno del suo ritorno al franchise.

L’impatto di Snyder nei film è sempre stato particolare. Dopo aver creato 300 e Watchmen, film che ancora vengono acclamati, Snyder ha cominciato ad attrarre sempre più odio verso il suo lavoro, con alcuni che invece lo lodavano per i suoi accurati adattamenti visivi dei fumetti sul grande schermo. Naturalmente lasciando fuori dall’equazione quelli che lo odiano per partito preso, o per una piccola cazzata che ha detto tempo addietro, o semplicemente perché non hanno un opinione propria e ripetono l’affermazione di qualcun’altro.

Quest’opinione spaccata sul regista non è cambiata con Man of Steel o Batman contro Superman: Dawn of Justice, tumulto che poi ha portato a ciò che è successo in seno a Justice League.

Quindi, se l’universo si sta davvero allontanando da Snyder, perché è ancora accreditato come produttore esecutivo di Aquaman? La risposta si può trovare in una certa tendenza di un numero sempre maggiore di produttori esecutivi quotati su grandi film, in particolare negli universi cinematografici. Allo stesso modo gli scrittori di fumetti ricevono crediti quando i loro personaggi vengono usati, anche se non contribuiscono alla sceneggiatura, il credito del produttore esecutivo è spesso usato per riconoscere i contributi creativi.

Ciò può essere notato nell’intero DCEU al di fuori di Zack Snyder, in quanto il credito esecutivo di Christopher Nolan su Batman v Superman: Dawn of Justice e Justice League, nonostante non abbia avuto alcun coinvolgimento in entrambi, è presente, probabilmente a causa del suo ruolo nel far decollare l’universo come produttore di Man of Steel. Per questo motivo Snyder figura come produttore esecutivo di Aquaman, e produttore di Wonder Woman 1984, per via del suo coinvolgimento nella scelta di Gal Gadot e Jason Momoa, così come anche ad una parte dell’apparenza che attualmente adottano nei film.

Per intendersi, finché quel “forcone” che Aquaman porta con se (come direbbe Batman) rimarrà stretto fra le sue mani; e finché Wonder Woman vestirà quello specifico completo/armatura, Zack Snyder figurerà come produttore esecutivo.

Ciò non significa che nel futuro non tornerà dietro la macchina da presa di una pellicola DC Films, e naturalmente nemmeno che i suoi influssi non siano visibili. Snyder ha collaborato con James Wan quando il personaggio è stato introdotto il Justice League, presentandoci la parte di Atlantide dove è nascosta la Scatola Madre e gli atlantidei. Le scelte di casting che Snyder ha fatto oltre a Jason Momoa sono ancora sono presenti, come Amber Heard e Willem Dafoe.

Per quanto riguarda Wonder Woman 1984 però, l’accredito è di produttore, come già accennato prima, assieme a Deborah Snyder, cosa che quindi suggerisce un maggior coinvolgimento in seno al film di Patty Jenkins. Questo però potremmo associarlo al fatto che nel primo film è presente fra le fila delle persone che hanno lavorato al soggetto, e quindi probabilmente nel secondo stand-alone di Wonder Woman ha aiutato maggiormente rispetto ad Aquaman, forse perfino aiutando Patty Jenkins, Geoff Johns e David Callaham con la sceneggiatura, ma non possiamo saperlo per certo.

Tutto ciò significa che Zack Snyder non tornerà alla regia di un altro film targato DC Films, e da ora in poi figurerà solo come produttore? E’ impossibile saperlo adesso, e non abbiamo la presunzione di dar la cosa come assodata vista la mancanza di dati, ma stando a come la Warner ha trattato i suoi progetti, semplicemente ci appare improbabile un suo ritorno. Solo il tempo ce lo dirà.

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: