Cowboy Bebop: Elena Satine è stata scelta per interpretare Julia

Come sappiamo, Cowboy Bebop arriverà su Netflix, ma il servizio di streaming ha alcune cose da precisare prima che la produzione possa iniziare. Con il casting non ancora completo, i fan sono in attesa di sapere chi completerà la banda, e adesso si è scoperto che un nome è stato aggiunto a quella lista.

Oggi Netflix ha annunciato che Elena Satine è stata scelta per interpretare Julia nella sua serie Cowboy Bebop in live-action. L’attrice, che ha recitato in Strange Angel, darà vita al personaggio al fianco di John Cho come Spike e Alex Hassell come Vicious.

Pochi dettagli sono stati resi noti su Julia, ma Netflix ha condiviso una breve descrizione del personaggio: “Con una bellezza sensuale e una voce per cui si può morire, Julia è l’oggetto del desiderio onirico di Spike. Lotta per sopravvivere in un mondo violento“.

I fan degli anime conosceranno molto bene Julia. Il personaggio faceva parte del sindacato Red Dragon insieme a Spike e Vicious. All’inizio, Julia aveva una relazione con Vicious ma in seguito ha avuto una relazione con Spike dopo che i due si sono avvicinati. In effetti, la coppia aveva in programma di fuggire dalla banda e fuggire, ma Vicious ha scoperto il loro segreto. Mentre Julia scappava, Spike si ritrovò inconsapevolmente in un’imboscata. Anni dopo, la coppia si riunisce durante gli eventi di Cowboy Bebop e la loro storia d’amore proibita diventa il fulcro dell’ultima metà dello show.

Questo nuovo casting aiuta a completare un po’ più il cast di Cowboy Bebop, ma ci sono ancora diversi buchi che devono essere riempiti. Ad esempio Ed, quindi i fan sono ansiosi di vedere quale attrice o attore darà vita al personaggio. Naturalmente, anche Ein non è stato scelto, ma lo scrittore dello show ha confermato che verrà utilizzato un Corgi.

 

La serie sarà co-prodotta da Tomorrow Studios e sarà composta da 10 episodi. Christopher Yost, che lo conoscerete sicuramente per aver scritto Thor: The Dark World e Thor: Ragnarok, lavorerà alla sceneggiatura del primo episodio e sarà produttore esecutivo della serie.

Cowboy Bebop, in Giappone a volte scritto in caratteri latini e spesso affiancando entrambe le scritture, è una serie televisiva anime di fantascienza prodotta da Sunrise e diretta da Shinichirō Watanabe.

Ambientata nel 2071 e incentrata sulle avventure di una ciurma di cacciatori di taglie spaziali, la serie si addentra nelle questioni irrisolte del passato dei protagonisti, esplorando concetti come l’esistenzialismo, la noia, la solitudine e l’influenza del passato.

L’anime è stato trasmesso per la prima volta in Giappone su TV Tokyo dal 3 aprile al 26 giugno 1998, ma a causa del contenuto controverso della serie furono mandati in onda solo 12 dei 26 episodi prodotti, più uno speciale. La totalità delle puntate venne trasmessa successivamente sul canale satellitare WOWOW dal 24 ottobre 1998 al 24 aprile 1999. Un adattamento italiano curato da Dynamic Italia è andato in onda su MTV all’interno dell’Anime Night, dal 21 ottobre 1999 al 4 maggio 2000. Dall’anime sono stati tratti due manga, pubblicati sulla rivista Asuka Fantasy DX della Kadokawa Shoten, un film, intitolato Cowboy Bebop – Il film, e due videogiochi, distribuiti dalla Bandai per PlayStation e PlayStation 2.

Cowboy Bebop ha ottenuto un ampio riscontro di critica e commerciale, sia in Giappone sia a livello internazionale. L’opera è stata premiata con numerosi riconoscimenti nel campo dell’animazione e della fantascienza ed è stata apprezzata per stile, personaggi, trama, doppiaggio, animazione e colonna sonora. Negli anni la serie è andata affermandosi come capolavoro dell’animazione nipponica e numerosi critici lo considerano uno dei migliori anime di tutti i tempi.

Fonte