Crisi sulle Terre Infinite: Brandon Routh parla della possibilità di interpretare di nuovo Superman

Crisi sulle Terre Infinite: Brandon Routh parla della possibilità di interpretare di nuovo Superman

L’evento crossover dell’Arrowverse, Crisi sulle Terre Infinite, ha trasmesso solo tre delle sue cinque parti, ma ha già fatto molte cose che il pubblico non si aspettava.

L’idea stessa della Crisi è quella che molti hanno pensato se non impossibile, quindi improbabile in un formato live-action, ma oltre a ciò l’evento è stato pieno di colpi di scena, svolte e incredibili cameo che hanno unificato il mondo dei film e della televisione targati DC in un modo completamente inaspettato.

Una delle più eccitanti di queste apparizioni è stata il ritorno del Superman di Brandon Routh. Tredici anni fa, l’attore di DC’s Legends of Tomorrow ha dato vita all’eroe in Superman Returns, purtroppo solo per quel film. La Crisi ha dato a Routh la possibilità di vestirsi di nuovo come l’azzurrone e sembra che l’attore sia disposto a tornare nel ruolo ancora una volta, dicendo anche di essere in pace se non è destinato a esserlo.

In un’intervista con Den of Geek, Routh ha spiegato che il suo approccio nel suo ritorno in Crisi come Superman era che questa sarebbe stata l’ultima volta in cui avrebbe interpretato il ruolo. Secondo Routh, era importante per lui considerare che per lui rappresentava anche una forma di chiusura.

“Mi sono avvicinato come se fosse l’ultima volta. È stato importante per me”, ha spiegato Routh. “Questa è una delle cose su cui ho dovuto riflettere quando ho parlato con Marc Guggenheim. Perché se avessi continuato a lasciare la porta aperta e avessi continuato a desiderare di più, non sarei mai stato soddisfatto, e questo non era il modo in cui volevo lasciare le cose. Quindi mi sono avvicinato a questo senza aspettative di continuazione, e sono grato di aver avuto questa opportunità. Starò bene comunque vadano le cose.”

Essere grato per l’opportunità, buttare tutto fuori e appendere il mantello al chiodo, così Routh descrive la sua esperienza molto positiva di ritorno nel ruolo dell’uomo d’acciaio. “E ne sono grato perché è così che mi sento a riguardo. Sento come se prima avessimo lasciato una porta aperta, una storia ancora aperta dopo Superman Returns, ma ora è chiusa. Se mai dovessero aprirne un’altra, sono assolutamente disponibile. Sono ancora eccitato all’idea di interpretare il personaggio se mai un’altra opportunità dovesse presentarsi“.

I suoi commenti vanno in gran parte di pari passo con il motivo per cui ha accettato di rifarsi per la Crisi. Nel 2006, Routh ha interpretato il personaggio in Superman Returns, un film che era un’estensione della saga originale di film del Superman con di Christopher Reeve – è tecnicamente il sesto e ultimo film della serie, anche se, per quanto riguarda la trama, ignora Superman III, Supergirl e Superman IV: The Quest for Peace.

Mentre il film è stato generalmente ben accolto e ha ottenuto buoni risultati al botteghino, alla fine la Warner ha annullato i piani per un sequel. Per Routh, quando il co-creatore di Arrow Marc Guggenheim venne da lui a chiedergli se avrebbe interpretato una versione di Superman per la Crisi, era importante che questa versione fosse lo stesso personaggio di Superman Returns – o almeno abbastanza simile.

“Volevo assicurarmi che fosse lo stesso personaggio, la stessa versione di Superman o almeno abbastanza simile”, ha spiegato Routh. “Come sappiamo ora, con diversi film e storie dai fumetti che sono usciti in tutti questi anni, ci sono diversi modi per avvicinarsi al personaggio. Volevo assicurarmi che idealmente fosse lo stesso personaggio di Superman Returns. E se no, che almeno avesse la stessa idea di chi fosse Superman, nel suo profondo. Questo era importante per me. Perché non ero necessariamente interessato a portare una versione diversa.”

Fonte

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: