Crisi sulle Terre Infinite: Kevin Conroy riguardo all’essere Bruce Wayne nell’arrowverse

Come sapete, Kevin Conroy ha doppiato Il Cavaliere Oscuro negli ultimi 27 anni, nella iconica serie si Bruce Timm e Paul Dini, Batman: The Animated Series e nei giochi di Arkham Asylum.

Considerato da molti come il ritratto definitivo di Batman, Conroy ha parlato del personaggio in molte fasi diverse della sua vita, dall’inizio della sua carriera da supereroe (Batman: The Mask of the Phantasm) fino alla fine, in Batman Beyond e Justice League Unlimited.
Tuttavia, nonostante tutto ciò, non è apparso fisicamente sullo schermo nei panni di Bruce Wayne in una proprietà live-action – fino ad ora.

Questo dicembre, l’attore reciterà nel ruolo di Bruce Wayne dal futuro nel crossover Crisi sulle Terre Infinite dell’Arrowverse. Mentre combattono per salvare il multiverso dalla distruzione imminente, Batwoman (Ruby Rose) e Supergirl (Melissa Benoist) si incontrano con Bruce nella puntata di Batwoman (parte seconda) della saga di cinque ore; tuttavia, come suggerisce l’esoscheletro in stile Kingdom Come che Conroy indossa, questa versione brizzolata di Bruce non è la stessa dell’incarnazione portata in scena dalla voce di Conroy.

“In questo, esploro molti gli angoli bui di Bruce Wayne”, ha detto Conroy a EW. “Ma sono diversi da quelli che ho esplorato in Batman Beyond.”

A proposito dell’avere COnroy nel cast, il produttore Marc Guggenheim ha detto:

“È stupendo. Lui è Bruce Wayne. È molto divertente vedere questo attore che tutti conosciamo principalmente per il lavoro di doppiatore. È stato davvero emozionante. Una delle cose che è sempre stata nella mia lista dei desideri è che volevo vedere un vecchio Bruce Wayne. Abbiamo parlato di diverse possibilità di casting, ma lo showrunner di Legends of Tomorrow Keto Shimizu, che è un grande fan di Batman, ha sottolineato che Kevin ha l’età giusta. L’abbiamo quindi contattato e non avrebbe potuto essere più adorabile e più in gioco per questo evento.”

Da parte sua, Conroy ha accettato l’offerta quando i produttori gli si sono avvicinati perché “ha sempre desiderato farlo davanti alla macchina da presa”, stando a quanto affermato dall’attore.

“C’è una vera lealtà tra i fan di Batman: The Animated Series e l’interesse a vedermi essere Batman anche davanti alla videocamera. Quindi penso che abbiano pensato che fosse un’opportunità per trarre vantaggio da quell’interesse.”

Con stupore di Conroy, tuttavia, interpretare Bruce Wayne ha finito per essere più impegnativo di quanto si aspettasse.

“All’inizio mi ha stremato”, dice Conroy. “Non ho mai affrontato questo personaggio in quest’aspetto. L’ho sempre vestito con la mia voce. Quando lo fai in uno studio di registrazione, è un’esperienza molto intima e in un certo senso vivi nella tua immaginazione. Lo fai con i vestiti per gli occhi e sei in un altro mondo, e hai Mark Hamill che ti nutre di tutta l’energia di cui hai bisogno. Essere sul set, nel mondo fisico, e camminare come un personaggio in carne e ossa, è stata una vera transizione per me. Ci è voluto un po’ per abituarsi, devo ammetterlo. Sono stato sorpreso perché conosco il personaggio così bene.”

Per fortuna, i suoi principali partner di scena, Ruby Rose e Melissa Benoist, lo hanno aiutato a superare questo ostacolo iniziale: “Tutti erano così generosi. Non posso sottolineare quanto sia stato accogliente il benvenuto di tutti, specialmente quello di Ruby. È così aperta e generosa. Sono caduto nei suoi occhi a un certo punto e ci siamo appena collegati alla dietro la camera. È stato meraviglioso“. Successivamente ha aggiunto che è stato “straordinario anche lavorare con la Benoist” e come gli è sembrato “di lavorare con vecchi amici che conoscevo da anni. C’era così tanta fiducia lì che potevo aprirmi con loro anche davanti alla camera“.

Leggi anche: ecco il season trailer di Crisi sulle Terre Infinite

Crisi sulle Terre Infinite incombe sull’Arrowverse da anni. La premiere della serie di The Flash presentava un’allusione all’eroe che scompariva tra i cieli rossi nell’anno 2024. Durante l’evento originale dei fumetti, i cieli rossi erano caratteristici del grande evento crossover.

Alla fine della scorsa stagione, sono successe un paio di cose: The Monitor (LaMonica Garrett), apparso in Elseworlds, riapparve e rivelò che Oliver Queen era destinato a morire nella crisi, e il futuro giornale agli STAR Labs ha visto la data dell’evento modificarsi dal 2024 al 2019.

Nei fumetti, Crisi sulle Terre Infinite è incentrato su una battaglia tra i supereroi (e persino alcuni criminali) del multiverso DC e una minaccia immortale e cosmica nota come Anti-Monitor. Come Monitor, l’Anti-Monitor sarà interpretato da LaMonica Garrett nell’Arrowverse. L’Anti-Monitor distrugge le realtà per mezzo dell’antimateria, aumentando il proprio potere e la propria sfera di influenza. Alla fine è stato fermato dai sacrifici di diversi eroi, tra cui Flash e Supergirl, nonché dalla fusione di più universi per salvare la realtà diventando un’unica linea temporale unificata.

I fan si sono chiesti da tempo se gli eventi di Crisi sulle Terre Infinite potrebbero portare Supergirl e persino Black Lightninga su Terra-1, dove si svolge il resto della serie.

Il crossover includerà anche apparizioni come guest di Tom Welling come Clark Kent, Erica Durance come Lois Lane, John Wesley Shipp come Flash di Terra-90, Johnathon Schaech come Jonah Hex, Kevin Conroy come Bruce Wayne e Ashley Scott come Cacciatrice.

Crisi sulle Terre Infinite prende il via domenica 8 dicembre con Supergirl, attraversa un episodio di Batwoman lunedì e l’episodio di The Flash martedì. Quell’episodio includerà un cliffhanger di mezza stagione, gli show andranno in pausa per le vacanze e torneranno il 14 gennaio per terminare l’evento con la premiere di mezza stagione di Arrow e un “episodio speciale” di DC’s Legends of Tomorrow.