Crisi sulle Terre Infinite: Marc Guggenheim conferma l’identità del Superman di Brandon Routh

Quando è stato annunciato che Brandon Routh avrebbe interpretato il Superman di Kingdom Come nell’attesissimo crossover dell’arrowverse di quest’ann, Crisi sulle Terre Infinite, ci sono state molte speculazione su che tipo di Superman sarebe stato, sopratutto perchè il buon Routh comparve nel film di Bryan Singer, Superman Returns, che effettivamente fungeva da sequel dei film con Christopher Reeve.

Un nuovo personaggio? Un ulteriore nuovo Superman dopo quello di Tyler Hoechlin? O magari sarebbe stata la versione invecchiata (da paura), proprio del l’Azzurrone che interpretava nel film?

Se si fosse rivelato quest’ultimo allora avrebbe voluto dire che Brando Routh avrebbe interpretato la versione più anziana del Superman di Christopher Reeve, cosa che si è sembrata abbastanza assurda, ma che il produttore di Arrow sembrerebbe aver confermato.

Qualche giorno fa un fan ha chiesto la cosa direttamente a Marc Guggenheim, produttore appunto di Arrow e membro del Dream Team dietro all’arrowverse, che ha semplicemente risposto con “Brandon è il Superman di Reeve“, una conferma che lascia poco all’immaginazione.

Crisi sulle Terre Infinite incombe sull’Arrowverse da anni. La premiere della serie di The Flash presentava un’allusione all’eroe che scompariva tra i cieli rossi nell’anno 2024. Durante l’evento originale dei fumetti, i cieli rossi erano caratteristici del grande evento crossover.

Alla fine della scorsa stagione, sono successe un paio di cose: The Monitor (LaMonica Garrett), apparso in Elseworlds, riapparve e rivelò che Oliver Queen era destinato a morire nella crisi, e il futuro giornale agli STAR Labs ha visto la data dell’evento modificarsi dal 2024 al 2019.

Nei fumetti, Crisi sulle Terre Infinite è incentrato su una battaglia tra i supereroi (e persino alcuni criminali) del multiverso DC e una minaccia immortale e cosmica nota come Anti-Monitor. Come Monitor, l’Anti-Monitor sarà interpretato da LaMonica Garrett nell’Arrowverse. L’Anti-Monitor distrugge le realtà per mezzo dell’antimateria, aumentando il proprio potere e la propria sfera di influenza. Alla fine è stato fermato dai sacrifici di diversi eroi, tra cui Flash e Supergirl, nonché dalla fusione di più universi per salvare la realtà diventando un’unica linea temporale unificata.

I fan si sono chiesti da tempo se gli eventi di Crisi sulle Terre Infinite potrebbero portare Supergirl e persino Black Lightninga su Terra-1, dove si svolge il resto della serie.

Il crossover includerà anche apparizioni come guest di Tom Welling come Clark Kent, Erica Durance come Lois Lane, John Wesley Shipp come Flash di Terra-90, Johnathon Schaech come Jonah Hex, Kevin Conroy come Bruce Wayne e Ashley Scott come Cacciatrice.

Crisi sulle Terre Infinite prende il via domenica 8 dicembre con Supergirl, attraversa un episodio di Batwoman lunedì e l’episodio di The Flash martedì. Quell’episodio includerà un cliffhanger di mezza stagione, gli show andranno in pausa per le vacanze e torneranno il 14 gennaio per terminare l’evento con la premiere di mezza stagione di Arrow e un “episodio speciale” di DC’s Legends of Tomorrow.