Crisi sulle Terre Infinite: Marc Guggenheim racconta il retroscena del sorprendente cameo

Anche se avrei preferito le persone non l’avessero spoilerato a mezzo internet un minuto dopo che la penultima puntata del crossover Crisi sulle Terre Infinite è approdato online, state sicuro che c’è un girone dell’inferno per ognuno di voi che me l’ha spoilerato, il cameo a sorpresa nell’episodio ha decisamente sorpreso tutti.

Leggi anche: nel finale un sorprendente cameo di una particolare super-squadra

Come sappiamo nella quarta parte del crossover Crisi sulle Terre Infinite, il Barry Allen di Grant Gustin viaggia nella Forza della Velocità e in un incontro casuale si imbatte nella versione di Barry Allen interpretata da Ezra Miller proveniente da DC Extended Universe, comparso in Batman v Superman, Justice League, Suicide Squad e con un suo in film in sviluppo.

Ovviamente nessuno si aspettava di assistere a questo incontro, come nessuno si aspettava di comprendere alcuni risvolti come il fatto che ovviamente il nome da battaglia The Flash per il personaggio di Ezra Miller sarà quindi un ispirazione data dalla sua versione a basso budget del DC Television Universe – che in realtà a questo punto non sappiamo più se siano due multi-versi distinti – e in qualche modo questo si ripercuoterà anche sul film che sarà diretto da Andy Muschietti.

A proposito del cameo, lo showrunner Marc Guggenheim ma spiegato come l’idea è stata proposta esclusivamente dalla Warner Bros. stessa, e come fosse venuta fuori da un’idea del presidente della divisione televisiva in persona.

“Ho ricevuto una telefonata dal boss della Warner Bros., che mi ha detto ‘so che ormai avete terminato, ma puoi inserire Ezra nel crossover?’. Mi ha chiesto: ‘come farete, la serie è conclusa’ e ho risposto ‘Si, ma se mi stai chiedendo di inserire Ezra Miller nel crossover, farò in modo di farlo’.

Grant Gustin era davvero felice! Subito dopo abbiamo telefonato ad Ezra, gli abbiamo parlato della scena che avevo scritto e non vedeva l’ora. Abbiamo fatto lavorare parte della crew di Flash sul loro set. Fortunatamente nessuno ha notato Ezra Miller a Vancouver e nessuno della crew ha diffuso l’informazione, ecco perché siamo riusciti a mantenere la sorpresa.”

A quanto parei infatti, stando al post pubblicato da Grant Gustin in persona, il segreto è stato tenuto perfino con alcuni membri del cast. Tra i commenti del post che potete trovare qui sotto infatti possiamo notare come Melissa Benoist e Brandon Routh fossero totalmente all’oscuro della cosa.

Crisi sulle Terre Infinite incombe sull’Arrowverse da anni. La premiere della serie di The Flash presentava un’allusione all’eroe che scompariva tra i cieli rossi nell’anno 2024. Durante l’evento originale dei fumetti, i cieli rossi erano caratteristici del grande evento crossover.

Alla fine della scorsa stagione, sono successe un paio di cose: The Monitor (LaMonica Garrett), apparso in Elseworlds, riapparve e rivelò che Oliver Queen era destinato a morire nella crisi, e il futuro giornale agli STAR Labs ha visto la data dell’evento modificarsi dal 2024 al 2019.

Nei fumetti, Crisi sulle Terre Infinite è incentrato su una battaglia tra i supereroi (e persino alcuni criminali) del multiverso DC e una minaccia immortale e cosmica nota come Anti-Monitor. Come Monitor, l’Anti-Monitor sarà interpretato da LaMonica Garrett nell’Arrowverse. L’Anti-Monitor distrugge le realtà per mezzo dell’antimateria, aumentando il proprio potere e la propria sfera di influenza. Alla fine è stato fermato dai sacrifici di diversi eroi, tra cui Flash e Supergirl, nonché dalla fusione di più universi per salvare la realtà diventando un’unica linea temporale unificata.

Il crossover ha incluso anche apparizioni come guest di Tom Welling come Clark Kent, Erica Durance come Lois Lane, John Wesley Shipp come Flash di Terra-90, Johnathon Schaech come Jonah Hex, Kevin Conroy come Bruce Wayne e Ashley Scott come Cacciatrice.

Crisi sulle Terre Infinite ha preso il via domenica 8 dicembre con Supergirl, ha attraversato un episodio di Batwoman lunedì dopo e l’episodio di The Flash martedì dopo. Quell’episodio ha incluso un cliffhanger di mezza stagione, gli show poi sono andati in pausa per le vacanze e sono tornati il 14 gennaio per terminare l’evento con la premiere di mezza stagione di Arrow e un “episodio speciale” di DC’s Legends of Tomorrow.