Cursed: Katherine Langford racconta alcuni retroscena delle scene d’azione e degli stunt

Dal primo trailer, è stato facile intuire che Cursed sarebbe stata una serie popolare per Netflix.

Il progetto originale è un’epopea fantasy a grande budget con un giovane cast di star, una serie che Netflix probabilmente spera possa unirsi al cluster di grandi serie da competizione come The Witcher. Parte dell’appeal di Cursed risiede nelle sue radici della tradizione arturiana, come anche le sue sanguinose sequenze di battaglia. Ogni grande spettacolo o film fantasy ha stunt e combattimenti con la spada e Cursed non fa eccezione.

Questa nuova serie è piena di una solida e credibile azione fantasy, anche molto divertente da guardare, che però ha affrontato un processo di sviluppo complicato. Dall’equitazione ai combattimenti con la spada in un fiume, ci sono state molti stunt impegnativi, ma il cast e la troupe erano all’altezza del compito.

La star della serie Katherine Langford ha parlato con ComicBook del lavoro svolto per dar vita a quelle grandi scene.

“In primo luogo, voglio riconoscere la nostra incredibile squadra stunt [guidata da] Steve Dents”, ha detto la Langford. “Avevo quattro o cinque stunt double per gli stunt. Avevo una stunt double per il combattimento con la spada, una per le normali acrobazie, una per quelle a cavallo, e sono state semplicemente incredibili, in più ho fatto alcune cose piuttosto rischiose che io, legalmente e probabilmente, non avrei dovuto fare. Ma loro sono state incredibili e quando stavamo provando per le scene di combattimento, erano sempre lì pronte. E’ stato semplicemente fantastico poter vedere il loro lavoro, penso, e provare ad emularlo, perché hanno davvero alzato il livello qualitativo.

Ma sai, ero così eccitata di lavorare con il mio corpo. Sono un ex-atleta ed ero così entusiasta dell’opportunità di provare a usarlo in un modo che non ho potuto in altri miei ruoli. Ci sono state circa quattro settimane in cui hanno dovuto trasformarmi in una ragazza capace, combattente, che andava a cavallo, e poi, non appena sono iniziate le riprese, tutto è andato liscio come l’olio. Quindi penso che sia stato qualcosa che mi è davvero piaciuto e qualcosa che mi piacerebbe continuare a fare, perché mi sento come se fosse se avessi acquisito un set di abilità così specifico.”

In ultimo l’attrice ha raccontato un divertente aneddoto circa un particolare giorno delle riprese, e di come adora entrare in quesi costumi:

“Una volta abbiamo girato durante giorno più caldo che il Regno Unito abbia mai avuto, e quello sarà probabilmente uno dei momenti più memorabili sul set che terrò a mente, perché abbiamo girato a 44 gradi [Celsius] in pelle e totalmente coperte, ma è stato davvero divertente, e adoro davvero buttarmi nell’azione ed entrare in quei costumi.”

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: