Cyberpunk 2077: CD Project RED conferma che il gioco è quasi completo

Finalmente CD Project RED ci conferma che il loro prossimo gioco, Cyberpunk 2077, è quasi completo.

Sono anni che si parla del prossimo titolo video ludico firmato da CD Project RED, celebre per la saga di The Witcher, ovvero Cyberpunk 2077: titolo fps open world che sembra dover portare diverse innovazioni per questi due generi di giochi, che da anni ormai risultano stuccare non poco riproponendo gli stessi elementi o senza approfondire determinati concetti (salvo eccezioni quali Death Stranding).

Ad ogni modo, durante l’ultimo report finanziario della software house sono arrivate delle notizie molto interessanti riguardo la stessa CD Project e Cyberpunk 2077.

Quello che è stato rivelato è che CD Project sta vivendo un momento eccellente dal punto di vista economico, con ottimi ricavi e profitti, arrivando ad essere la più grande software house d’Europa, superando addirittura Ubisoft.

La notizia che ci interessa, però, è quella riguardante Cyberpunk 2077, che, nel report in questione, è stato confermato essere quasi completo e che è nelle fasi finali di sviluppo. Una notizia che fa sorridere noi videogiocatori, soprattutto dopo il rimando dell’uscita iniziale fissata per aprile, che fa sperare di poter avere il gioco tra le mani per il 17 settembre 2020 come promesso.

 

Fonte: Gamingbolt


Cyberpunk 2077 è un videogioco di ruolo action-adventure del 2020, sviluppato da CD Projekt RED e pubblicato da CD Projekt per PlayStation 4, Xbox One e Microsoft Windows. Si tratta di un adattamento del gioco di ruolo Cyberpunk 2020 (1990).

Nel 2077 il mondo ha raggiunto la singolarità tecnologica, la popolazione è divisa in classi sociali e gli Stati Uniti d’America sono caduti vittima della bancarotta e della balcanizzazione dopo aver perso il controllo di una guerra interna ed aver subito bombardamenti cinetici, attentati, carestie e sanguinose ribellioni; le Mega-Corporations hanno quindi preso il controllo del paese, costituendo enclavi in cui è permesso vivere soltanto ai loro dipendenti.

Al di fuori di questi territori vi sono ruderi cittadini dove le bande e il governo si contendono il dominio delle zone, mentre il centro del paese è devastato da violente tempeste di sabbia, dove osano viaggiare soltanto i nomadi. Nello spazio orbitale vige invece l’élite degli “Orbitali”, gruppo governato dall’Eurozona che minaccia di bombardare dall’alto chiunque provi a destabilizzare la sua sovranità mondiale.

Andrea D'Eredità

Andrea D'Eredità

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: